Il nome deriva dal greco “byrsa” (cuoio) e forse non tutti sanno che nasce come accessorio maschile per contenere denaro e piccoli oggetti preziosi. Il concetto di borsa che abbiamo noi oggi, risale invece alla fine dell’Ottocento, quando da una funzione più che altro professionale, la borsa diventa qualcosa di ricercato e ricco di dettagli estetici, complice anche la diffusione dei trasporti. Nella prossima stagione autunno inverno ne vedremo letteralmente di tutti i colori. Rosa, caramello, cobalto, argento e giallo sole le nuance imperdibili delle bags che ci aspettano. Saranno di tendenza soprattutto le borse a tracolla, estremamente comode e versatili e le reinterpretazioni. Modelli nuovi che sanno di retrò. Tutti i grandi marchi hanno dato sfoggio a questo tornare indietro, valorizzando originalissimi pezzi d’epoca. Parlo di Gucci, Dior, YSL e, in particolare di Louis Vuitton che punta alla combinazione di accessori abbinati alle borse, attraverso l’utilizzo delle mascotte “Vivienne”. 

Lo fa perché celebra quest’anno i 200 anni dalla nascita del marchio, nato per i meravigliosi bauli che proprio Louis creava nell’Ottocento. Per l’occasione ha lanciato un’app, sia per Iphone che per Android, che ripercorre la storia della famiglia Vuitton, combinando il passato al futuro. Con una grafica ambientalista, immersa nel verde e nei toni dei fiori più colorati. Protagonista ovviamente, la già citata mascotte Vivienne, con la quale ci si può sbizzarrire, creando modelli di borse-zaini personificabili fino all’ultimo dettaglio. Provare per credere!

Articolo precedenteFism Verona, l’anno scolastico inizia nel segno dell’inclusione
Articolo successivo“Rosa coraggio”, La Cura Sono Io e Fondazione Nadia Toffa insieme nella lotta al cancro