A Michi

L’amore è fatto di piccoli gesti e oggi ho voluto dimostrartelo così: ti amo

Giuliano

Chissà chi hai imparato ad essere senza di me

Federica per N.

Rido con te come non sono mai riuscita con nessuno

A te, a chi altri?

Rimane il dubbio, il piccolo, costante naufragio delle illusioni. Ma scegliere di amare (perché di scelta si tratta) è un modo per dare alle delusioni lo spazio minimo che, alla fine, è giusto loro concedere. Ho fiducia in te, e non voglio stare qui a fare la conta degli sbagli che ci assommeremo, anno dopo anno. Le promesse mancate non saranno mai l’unica lettura che darò a noi. Guarderò, e spero che lo farai anche tu, al resto, a tutto quello che abbiamo mantenuto. Per vie diverse, forse, ma che abbiamo mantenuto

Alessandro

Sono passati due anni o cento? Però quei tuoi sorrisi così eterni io non li so superare

Giovanna

Guardami e poi fallo ancora e ancora fino a che ne avrai la forza. Amarci è una cosa più forte della morte. 

Alberto, quello con la maglia gialla fosforescente che ti aspetta ogni mattina sul ponte

Mi sono detto, lo scrivo sul giornale, vuoi che magari lei lo legga? Ti ho visto un giorno mentre fissavi l’Adige. Ponte Pietra era deserto, erano tutti ancora sui loro cuscini a sognare. Io sognavo guardandoti, con quella collana, quel sorriso solitario e solo tuo da spartire con l’alba. 

Carla

Ti sposerei oggi, come ho fatto 30 anni fa.