carlo rugiu
Carlo Rugiu con il Premio Associazioni e Ordini e il Premio Verona Network 2021, dedicati all'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Verona

Per l’impegno, sempre in prima linea, nella lotta alla pandemia e la tutela della salute dei cittadini con la campagna vaccinale, il Premio Verona Network 2021 è stato assegnato ieri sera, al Teatro Vittoria di Bosco Chiesanuova, all’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Verona, rappresentante dei professionisti che con dedizione e cura hanno messo al primo posto la salute di tutti noi. A ritirare la targa dell’annuale riconoscimento organizzato dall’Associazione Verona Network è stato il Presidente dell’Ordine Carlo Rugiu, premiato da Manuel Scalzotto, Presidente della Provincia di Verona. Sempre all’Ordine anche il premio di categoria “Associazioni e Ordini”.

Assegnato ieri sera, al Teatro Vittoria di Bosco Chiesanuova, alla presenza di autorità e istituzioni, il Premio Verona Network 2021 all’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Verona: a rappresentare tutti i professionisti, sul palco, il Presidente Carlo Rugiu, che ha ritirato la targa di merito preparata dall’Associazione Verona Network e conferita dal presidente della Provincia di Verona Manuel Scalzotto. Gli altri otto riconoscimenti sono stati assegnati al Calzaturificio Gaibana, al Progetto “Unione montana Lessinia orientale”, a V-Research, a Elia Viviani e alla Fondazione Pia Opera Ciccarelli (ex aequo), ad Alberto Minali, a Treccani Futura e a Renato Canteri, per i progetti e le attività portati avanti nell’ultimo anno, nonostante l’emergenza, che hanno contribuito a ridare slancio allo sviluppo del nostro territorio. Otto, appunto, le categorie premiate: Impresa, Enti e Istituzioni, Associazioni e Ordini, Economia, Comunicazione, Risparmio e Investimenti, Lavoro e Formazione, Green e Sostenibilità. 

La cerimonia di premiazione è stata preceduta, alle ore 18, dall’8ª edizione degli Stati Generali della Lessinia, con gli interventi di Sindaci e Istituzioni per fare il punto sulle idee e sui progetti in atto, e su quelli in programma per il futuro, per la promozione e la valorizzazione del territorio, dopo un anno estremamente complesso, tutt’ora segnato dall’emergenza innescata dal Covid19.  

A portare i saluti istituzionali Claudio Melotti, Sindaco di Bosco Chiesanuova, Elisa De Berti, Vicepresidente della Regione Veneto e Manuel Scalzotto, Presidente della Provincia di Verona. 

A seguire, gli interventi e i contributi di Giuliano Menegazzi, Presidente del Parco Naturale Regionale della Lessinia, Paolo Paternoster, Deputato Lega VI Commissione (Finanze), Stefano Valdegamberi, Consigliere Regione Veneto, Roberto Prati, assessore di Cerro Veronese, Alessandra Ravelli, Sindaco di Roverè Veronese, Emanuele Anselmi, Sindaco di Badia Calavena, Marco Antonio Cappelletti, Sindaco di Selva di Progno, Raffaello Campostrini, Sindaco di Sant’Anna D’Alfaedo e Federica Maria Veronesi, Assessore del Comune di Grezzana. Tra i relatori, oltre ai Sindaci della Lessinia, anche Luca Perego, capo unità “Innovation and EIT” alla Commissione europea, Renati Canteri, amministratore delegato di Novatek S.r.l., Vincenzo Scotti, presidente della Cooperativa Energyland e Luciano Marcazzan, Sindaco di San Giovanni Ilarione. 

PREMIO VERONA NETWORK 2021

Il prestigioso Premio Verona Network è stato assegnato all’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Verona, «Per aver affrontato con i propri iscritti, sempre in prima linea, l’emergenza Covid-19, lavorando con instancabile abnegazione per salvaguardare la salute dei cittadini e dimostrando, anche in occasione della campagna vaccinale, la massima professionalità». «Ho il cuore pieno di gioia perché è un riconoscimento per tutti i 7mila medici e odontoiatri che rappresento. Ho sentito l’affetto di Verona, di Verona Network, fa davvero tanto piacere che sia stata riconosciuta l’attività che abbiamo fatto» ha sottolineato Rugiu dopo aver ricevuto la targa.

Nelle passate edizioni sono stati premiati Evelina Tacconelli (2020), titolare della cattedra di Malattie Infettive all’Università di Verona e direttore dell’Unità di Malattia Infettive dell’Università di Tübingen, in Germania, gli studenti del iDB Tech-No-Logic Team che hanno partecipato e vinto la 20a edizione del FIRST* LEGO League World Championship di Houston con il progetto “Wemit”, un apparato per pulire tessuti in assenza di gravità (2019), Gianmarco Mazzi (2018), l’imprenditore Giuseppe Manni (2017), il regista Gaetano Morbioli (2016), il direttore di Veronafiere Giovanni Mantovani (2015) e la campionessa di sci di fondo Lucia Scardoni (2014). In passato con un altro nome dato al Premio, sono stati consegnati riconoscimenti agli imprenditori Sandro VeronesiGiordano Veronesi e Mario Moretti Polegato.

PREMIO IMPRESA

Da sx: Tommaso Tedesco, Valeria Bosco e i fratelli Gaibana

Al Calzaturificio Gaibana, azienda artigiana che da oltre un secolo crea scarpe di qualità, speciali, che rappresentano l’avanguardia del made in Italy e della ricerca in questo settore, tanto da essere, da tempo, la principale fornitrice di calzature per l’ESA, l’Agenzia spaziale europea della NASA. A ritirare sul palco il Premio è stato Daniele Vinco, co-titolare dell’azienda. «È sicuramente un piacere essere parte della Lessinia – ha detto Vinco – rappresentare le aziende. Lavorare anche per gli astronauti è davvero un onore. Ringraziamo moltissimo l’Associazione Verona Network».

PREMIO ENTI PUBBLICI E ISTITUZIONI

Da sx: Andrea Falsirollo, Luciano Marcazzan, Emanuele Anselmi e Marco Antonio Cappelletti

Ai comuni di Badia Calavena, San Giovanni Ilarione, San Mauro di Saline, Selva di Progno, Velo Veronese, Vestenanova e Tregnago per aver portato avanti il confronto e la collaborazione reciproca, al fine di custodire, proteggere e valorizzare il territorio e ridare una nuova spinta verso lo sviluppo turistico e ambientale. A ritarare la targa Luciano Marcazzan, referente del Progetto “Unione montana Lessinia orientale”. «Obiettivo del Progetto è quello di mantenere vivo il lavoro della comunità montana – ha sottolineato Marcazzan – di migliorarlo e renderlo ancora più innovativo. I prossimi punti su cui concentreremo la nostra attività saranno le esigenze dei singoli comuni, poi naturalmente la valorizzazione del patrimonio territoriale e culturale». 

PREMIO ASSOCIAZIONI E ORDINI

Il presidente dell’Ordine Carlo Rugiu e la Consigliera regionale Alessandra Sponda

La targa di riconoscimento è stata conferita sempre all’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Verona, per le motivazioni sopra dette, in quanto organo rappresentante di tutti i professionisti che in questa complessa situazione di pandemia hanno messo in campo la loro esperienza, le conoscenze, le competenze ed energie per affrontare l’emergenza sanitaria e proteggere la salute dei cittadini. A ritirare il Premio il Presidente Carlo Rugiu. «In questa situazione di emergenza non ci siamo davvero mai fermati – ha detto Rugiu – io rappresento più di 7mila medici e odontoiatri veronesi che hanno affrontato una pandemia inaspettata. Ci siamo trovati di fronte a una cosa nuova e all’inizio eravamo impreparati, poi piano piano abbiamo preso le misure, ma è stato davvero un anno difficile. Nella lotta a questo virus hanno perso la vita anche due medici di famiglia veronesi, Leonardo Tarallo e Graziano Ghirelli, e due medici odontoiatri, Ciacio De Crescenzo e Paolo Menegon, a causa del Covid. Voglio dedicare questo Premio principalmente a loro». 

PREMIO ECONOMIA

Marco Rocchetto, co-founder V-Research

V-Research, startup di successo internazionale nata all’inizio della pandemia e operante nell’ambito della sicurezza informatica, o cybersecurity, e la creazione, al contempo anche una piattaforma virtuale, in inglese, per l’insegnamento a distanza.  Il Premio è stato consegnato a Marco Rocchetto, co-founder di V-Research. «Io vorrei che il mio futuro avesse radici qua a Verona – ha detto Rocchetto – città dove vorrei restare con la mia famiglia, quindi mi piacerebbe davvero che il centro di ricerca si stabilizzasse qua, anche per creare un ambiente dove lo studio e lo sviluppo si possano vedere “camminando per strada”, e non volando dall’altra parte del mondo».

PREMIO COMUNICAZIONE, EX AEQUO

Il video ringraziamento di Elia Viviani

Elia Viviani, baluardo sportivo internazionale della nostra amata Verona e portabandiera italiano alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Per i risultati sportivi fin qui ottenuti e per i valori trasmessi attraverso lo sport. Il campione di ciclismo, impegnato nella preparazione per le Olimpiadi, ha inviato un video messaggio di ringraziamento per il Premio conferito. «Ringrazio l’Associazione Verona Network per avermi scelto quale assegnatario del Premio Comunicazione, penso sia un riconoscimento molto importante perché noi sportivi abbiamo un ruolo di “personaggio pubblico”, quindi di persone che possono dare l’esempio: nostro compito è darlo al meglio. Vi ringrazio davvero, purtroppo non ho potuto prendere parte di persona all’evento perché sono concentrato nelle ultime gare prima di partire per Tokyo, ma vi mando un grande saluto e rinnovo il mio ringraziamento per la targa». 

Da sx: Mons. Falchetto e due infermiere della Pia Opera Ciccarelli

Alla Fondazione Pia Opera Ciccarelli, per l’impegno profuso durante l’emergenza Covid-19 e per l’intuizione del progetto denominato “Tunnel degli abbracci”, che ha permesso ai famigliari di rimanere vicini ai propri cari in un momento particolare. «Un abbraccio a sostegno dell’anima, è questo lo slogan che ha accompagnato l’iniziativa – ha ricordato Mons. Falchetto – che la Pia Opera Ciccarelli ha potuto realizzare grazie alla generosità della Fondazione della Famiglia Rana. È stata un’occasione per riattivare quel circuito di relazioni che si era bruscamente interrotto a causa della pandemia. Siamo stati molto contenti di aver dato questa possibilità a sostegno delle persone che vivono la loro vita da noi».

PREMIO RISPARMIO E INVESTIMENTI

Il video ringraziamento di Alberto Minali

Ad Alberto Minali, per aver riportato con Revo Spac il tema economico, finanziario e assicurativo al centro dell’agenda veronese, offrendo uno sguardo orientato all’innovazione e finalizzato alla creazione, proprio a Verona, anche di un polo tecnologico a servizio dei giovani.

«Ringrazio in particolar modo i soci dell’Associazione Verona Network, le autorità presenti, il pubblico e tutti gli amici della comunità, voglio ringraziarvi per questo Premio che mi avete attribuito, purtroppo non ho potuto partecipare alla cerimonia perché sono a Roma per il Consiglio dell’Economia del Vaticano. Questo riconoscimento segnala forse il fatto che c’è qualcuno che crede ancora nella nostra economia, nella nostra comunità e nella nostra amata città. Verona è una città che ha dato moltissimo a me e ai miei collaboratori, abbiamo deciso di lanciare una nuova iniziativa nel settore assicurativo, sotto il nome di Revo, avremo un’entità basata qui a Verona nella quale svilupperemo moderne tecnologie, soprattutto in tema di blockchain e di artificial intelligence. Vorremmo costruire un nuovo player nel settore assicurativo. Abbiamo scelto Verona come base delle nostre operations perché il territorio è ricco di competenze, stiamo concludendo un importante accordo con l’Università di Verona per la costruzione di una joint venture specializzata sui temi appena detti, quindi pensiamo di creare un nuovo polo tecnologico che serva per la realizzazione del piano industriale. Ancora grazie per questo importante Premio». 

PREMIO LAVORO E FORMAZIONE

Andrea Dusi e Cristina Pozzi, Ceo e Coo di Treccani Futura.

A Treccani Futura, nuovo polo di tecnologia educativa dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana, nato dall’unione di Treccani Scuola e da Impactscool, impresa fondata dai veronesi Andrea Dusi e Cristina Pozzi, entrambi ora alla guida del nuovo ente rispettivamente come CEO e COO. Obiettivo, formare sui temi del futuro giovani, docenti, professionisti e aziende grazie a campus e corsi altamente specializzati e innovativi. «La cultura è la tecnologia più forte all’interno di un sistema Paese, poter lavorare per il più grande centro culturale italiano proprio per riuscire a dare anche una spinta al nostro territorio non solo al presente, ma anche e soprattutto al futuro, per noi è motivo di orgoglio – ha sottolineato Dusi. Ora stiamo progettando moltissime attività che partiranno proprio dall’autunno e che si rivolgono a fasce d’età differenti, in particolar modo per la scuola, tantissime iniziative che serviranno ad aiutare a diminuire la dispersione scolastica e dare nuovi strumenti sia ai giovani sia ai docenti» ha concluso Pozzi.

PREMIO GREEN E SOSTENIBILITÀ

Da sinistra, la dott.ssa Dimitra Rapti, Vincenzo Scotti, amministratore delegato di ForGreen Spa SB e Renato Canteri, amministratore delegato di Novatek.

Renato Canteri, per aver investito sul sito di Malga San Giorgio, proponendo nuove idee e nuova progettualità, orientate a una riqualificazione ambientale, degli edifici, e a una sostenibilità energetica grazie al progetto “San Giorgio zero emissioni”. «San Giorgio è un campo sperimentale delle fonti energetiche rinnovabili – ha sottolineato la dott.ssa Dimitra Rapti. Sostenibilità significa, oltre alla ricerca e allo studio di energia rinnovabili, soprattutto il rispetto assoluto dell’ambiente – continua Canteri – e degli esseri viventi che vivono su questo pianeta. La direzione del progetto è quella verso la salvaguardia dell’umanità, degli animali, delle piante e di tutto il mondo».