Chef Cordella La Veranda del Color Bardolino Emergente Chef Nord Italia

Dopo due giorni di competizione all’ultimo piatto tra le giovani promesse della cucina italiana, si è conclusa a Villa Terzaghi, sede del ristorante didattico e della scuola di formazione voluta da Carlo Cracco a Robecco sul Naviglio (MI), l’edizione 2023 di Emergente Chef Nord, concorso organizzato dal noto giornalista enogastronomico Luigi Cremona.

Chef Cordella
Chef Cordella

L’evento, che ha visto trionfare Stefano Battani del ristorante Cucine Nervi a Gattinara (VC), Dario Moresco in forza alla Stüa de Michil dell’hotel La Perla in Alta Badia a Corvara (BZ) e Irina Stratan, de La Paterna a Giavera del Montello (TV), ha segnato l’avvio di una collaborazione alla ricerca dei nuovi talenti della cucina italiana con La Veranda del Color, il ristorante 1 Stella Michelin di Bardolino.

All’interno di una giuria d’eccezione, formata da giornalisti enogastronomici di livello e cuochi provenienti da tutta Italia, era presente anche Fabio Cordella, Executive Chef dell’insegna inserita nel contesto del Color Hotel di Bardolino. «Le occasioni per dare visibilità ai giovani talenti del nostro settore sono sempre momenti preziosi di scambio e di formazione – afferma Cordella, entusiasta dell’esperienza – Poter partecipare come giurato a una competizione di tale livello è stata anche l’occasione per potermi confrontare direttamente con colleghi che stimo e che non capita spesso d’incontrare, specie in un momento così particolare. In un mestiere come il nostro, che deve essere in continua evoluzione, trovo sia fruttuoso e doveroso scoprire e valorizzare quel che hanno da offrire le nuove leve in termini di idee e creatività». 

Sarà proprio La Veranda del Color ad ospitare, il 4 novembre, la prossima edizione del concorso Emergente Sala Nord, per la quale chef Cordella esprime grande felicità. La Veranda aprirà le porte a professionisti del servizio under30 in gara per una cena d’eccezione, dove saranno valutati da una giuria composta da cinquanta professionisti del settore, tra giornalisti, food blogger, consulenti di marketing enogastronomico e critici.

banner-gif
Articolo precedente«Voglio ascoltare i veronesi ed entrare in contatto con loro»
Articolo successivoCattura la realtà pronta per lo Scan To BIM