Non segue l’armocromia, così in voga da qualche anno, e nemmeno la famosa teoria della body shape (teoria che identifica varie silhouette del corpo femminile, ndr): del resto, lo si capisce fin dalla sua presentazione su Instagram, il social dove Silvia Fanella, giovane veronese esperta di stile, mette subito in chiaro di essere una consulente di immagine sì, ma in modo differente.

Probabilmente dipende da una solida formazione umanistica, ci racconta: prima l’Accademia di Belle Arti a Bologna, con il corso di Didattica e Comunicazione dell’Arte, «in cui ho avuto modo di confrontarmi in un ambiente molto stimolante come quello dell’Accademia con professori e colleghi, dibattendo ed esercitando il mio spirito critico».

Poi, dopo la laurea, varie esperienze in ambito museale fino ad approdare all’Accademia Costume & Moda di Roma con una borsa di studio per il Corso di Alta Formazione in Comunicazione di Moda. «Ho frequentato questo corso per sette mesi, grazie a una borsa di studio vinta dopo aver presentato un servizio fotografico diviso in tre atti, che ritraeva un mondo migliore. In quei mesi mi sono dedicata a materie diverse: ufficio stampa, storia della moda, marketing e anche styling, ambito che con il tempo mi ha appassionato sempre di più».

Con la conclusione del corso, la piccola ma solida community social attorno a Silvia inizia a spronarla per iniziare ad offrire dei servizi: nascono così le consulenze di immagine a gennaio di quest’anno.

«Dopo un primo mese di consulenze online andate molto bene, ho pensato di perfezionare la mia offerta proponendo diversi tipi di servizi: al momento c’è la possibilità di fare una consulenza live di tre ore, non solo a Verona ma anche in altre città come Roma e Bologna, seguita da una nuova esperienza di personal shopping, una sorta di laboratorio pratico dove si esce e si visitano assieme i propri negozi di fiducia, per toccare con mano tessuti e materiali, con una predilezione per negozi vintage e di seconda mano. In alternativa, consulenza di due ore con a seguire shopping list, una lista degli acquisti pensata ad hoc. Per ultimo, due ore di consulenza senza shopping list».

Il target? «Molto variegato: da gennaio ho incontrato giovani ragazze che decidevano di regalare una consulenza per i 18 anni ad amiche o a se stesse, ma ci sono state anche signore di 50 anni che desideravano reinventare un po’ il proprio guardaroba».

Tra pochi giorni ci sarà il lancio del nuovo sito, www.silviafanella.com, con nuovi servizi: analisi del viso, sempre volto a valorizzare e creare consapevolezza delle proprie caratteristiche distintive, una parte dedicata a brand e aziende per poter migliorare la propria immagine social.

«Dopo tutti questi mesi di consulenze e altrettanti incontri ho capito che c’è un fil rouge: ogni persona che ho incontrato in consulenza ha un suo immaginario, ma spesso è facile finire in una zona di comfort. Di base però rimane uno slancio propulsivo verso la propria identità che è molto stimolante: ognuno di noi ha un proprio mondo interiore quasi mai espresso che può essere comunicato anche tramite lo stile».

Per maggiori informazioni:

Instagram/Silvia Fanella

banner-gif
Articolo precedenteA scuola di profumo nel cuore di Verona
Articolo successivoLe terme di Calidarium