Non solo musica classica. Fucina Culturale Machiavelli svela il suo lato contemporaneo con un nuovo format: Dark Side – L’altra musica in Fucina che porterà periodicamente artisti originali sul palco di via Madonna del Terraglio. L’idea, nata da Andrea Marano, giovane musicista veronese curatore della rassegna, è di costituire una rampa di lancio per artisti emergenti locali che hanno le qualità per affermarsi a livello nazionale.

Inaugura la rassegna questo venerdì 29 ottobre la cantautrice italo-nigeriana Anna Bassy. Nata e cresciuta a Verona, Anna si appassiona fin da giovanissima alla musica e al canto: reggae, soul, R&B, gospel, sono i generi di cui si innamora che la stimolano ad esplorare il suono della sua voce.

Nei suoi brani, cantati in inglese, risuonano vari mondi: affondano le radici nel soul, hanno venature pop, ma richiamano a tratti il folk, a tratti esplorano le sue origini africane.

Il suo nome d’arte rispecchia la sua identità composita: molto legato al suo vero nome, Anna Bassi, ma con l’aggiunta di una “y” che richiama le sue origini nigeriane. “Bassy, bassey”, deriva da “abasi”, che in lingua Efik (un’etnia della Nigeria) significa “Dio, creatore”. “Le mie origini, la mia vita, tutto questo è finito nella musica, che esprime tra le note la voglia di intrecciare mondi diversi e risalire alle mie radici” dice la cantautrice.

Di freschissima uscita, il suo EP d’esordio, Monsters, dimostra già una notevole maturità sia sonora sia a livello di scrittura, nel tratteggiare le paure e i blocchi che, pur in forme e intensità diverse, ci accompagnano per tutta la vita. 

Nel live di venerdì in Fucina sarà accompagnata da un quartetto formato da Pietro Girardi alla chitarra, Andrea Montagner al basso, Pietro Pizzoli alla batteria e Anna Polinari alla tastiera e cori, per una sonorità ancora più interessante.

Sul palco:

Anna Bassy voce

Pietro Girardi chitarra

Andrea Montagner basso

Pietro Pizzoli batteria

Anna Polinari tastiera e cori

I biglietti sono acquistabili nella biglietteria del teatro a partire da un’ora prima del concerto oppure online a questo link.

Fucina Culturale Machiavelli 

Fucina Culturale Machiavelli è una start up culturale, centro di produzione teatrale e musicale con base a Verona che dà lavoro a giovani professionisti con diplomi di alta formazione nella musica e nello spettacolo. Nata a Verona nel 2015 ha preso in gestione il Teatro ex Centro Mazziano, chiuso da anni, e gli ha infuso nuova vita con una stagione di teatro contemporaneo e una rassegna di musica, sia classica che di contaminazione tra i generi, affidata alla propria orchestra di professionisti under 35.

Articolo precedenteDemocrazia e giornalismo, Milena Gabanelli in dialogo con gli studenti per “Viva la Costituzione”
Articolo successivoPantheon 127, Thomas Bertani: il re delle criptovalute