Qualche giorno fa, mercoledì 29 luglio, è stata inaugurata nel parco della scuola media Aldo Fedeli, in via Cervi a Borgo Milano, un busto in terracotta che ritrae Davide Caprioli, l’unica vittima veronese della strage di Bologna del 2 agosto 1980.

La scultura, donata dallo scultore bolognese Mauro Piccoli, troverà posto nella biblioteca dedicata a Davide. Una biblioteca che, oltre a servire la scuola, è un punto di riferimento per il quartiere, come ricorda il direttore delle biblioteche di Verona Alberto Raise.

«La biblioteca deve essere inserita nella società. L’aspetto interessante della biblioteca Davide Caprioli è la doppia funzione, biblioteca scolastica e di pubblica lettura per il quartiere».

«Parlare di biblioteche di quartiere come “avamposto culturale” non è uno stereotipo. Tre quarti dei libri prestati a Verona sono nelle biblioteche di quartiere» dice Raise.

Articolo precedenteImpara ad amare l’inglese (e non solo) con Green School
Articolo successivoBenvenuti alle Canarie! Splendido arcipelago spagnolo nell’oceano Atlantico