Si tratta di Perla Stancari, ex prefetto di Verona, dal 30 ottobre nuova presidente dell’ente: “Croce Verde è patrimonio di Verona e dei Veronesi, sarò la presidente di tutti i croceverdini”.

Sarà alla guida della pubblica assistenza volontaria scaligera fino al 2019, succedendo a Giancarlo Giani. Un curriculum istituzionale importante, quello presentato durante la serata di lunedì agli oltre 200 volontari intervenuti per le votazioni. Prefetto di Verona dal 2009 al 2015 ha esercitato il coordinamento delle Forze di Polizia presiedendo il Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Nel contrasto alle associazioni mafiose ha emanato 7 misure interdittive ad altrettante società, per quattro delle quali non ha permesso che venissero loro erogati 90 milioni di euro pubblici, cioè di tutti i cittadini.

Nelle calamità ha assunto il coordinamento delle Istituzioni, delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco e della Protezione civile nell’opera di primo intervento e soccorso alle popolazioni. Inoltre, durante l’alluvione di novembre 2010, su designazione del Presidente del Consiglio dei Ministri, ha svolto le funzioni di Commissario Delegato in sostituzione del Presidente della Regione Veneto per il superamento della situazione di criticità nella Regione Veneto. Sensibile al contrasto della violenza sulle donne, ha curato un progetto con il coinvolgimento dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata e delle ULSS che hanno adottato lo stesso procedimento nei rispettivi Pronto Soccorso per l’assistenza nei casi di sospetta violenza sui soggetti fragili. Nel corso della carriera ha ricoperto l’incarico di Commissario Straordinario per i comuni di Ivrea, Conegliano e Latina, è stata Presidente della Commissione Internazionale per la protezione dall’inquinamento delle acque italo svizzere e componente della Commissione per le adozioni internazionali.

“Croce Verde è patrimonio di Verona e dei Veronesi” sono state le prime parole della neoeletta Presidente. “Lavoreremo assieme con la massima collaborazione, dedizione e con lo spirito samaritano che caratterizza l’opera di volontariato di questa nostra Benemerita Associazione. Da prefetto – continua la Presidente Stancari – ho sempre lavorato per coinvolgere tutti i Sindaci, soprattutto quelli della provincia scaligera. Farò lo stesso anche con le 9 Sezioni provinciali di Croce Verde perché, come le 3 sedi cittadine, si sentano sempre coinvolte nelle decisioni strategiche. Croce Verde deve rimanere anche in futuro, l’Ente di riferimento per l’emergenza sanitaria territoriale ”.