Attesa a Civitavecchia la pasticcera veronese Vanna Scattolini per la sesta edizione di Panettone senza Confini, l’evento dedicato al dolce natalizio per eccellenza che quest’anno si svolgerà in una location insolita, a bordo della nave Costa Crociere.

Da Savona a Marsiglia, passando per Barcellona, Valencia senza dimenticare la Costa Smeralda, queste le tappe del tour che vede protagonista il porto di Civitavecchia dove, a colpi di lievitazione, i venti pasticceri finalisti si contenderanno il podio sotto l’egida di una giuria di eccezione composta da Iginio Massari, Achille Zoia, Davide Malizia, Thierry Bamas, Vittorio Santoro, Riccardo Bellaera, Antonio Brizzi, Debora Massari, Vincenzo Tiri e Piergiorgio Giorilli.

Tra i 20 pasticceri sfidanti, la veronese Vanna Scattolini, recentemente investita del titolo Maestro dell’Equipe Eccellenze, conferitogli dalla Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria Cioccolateria, lo scorso 27 ottobre a Milano. Un riconoscimento che in Italia possono vantare solo un centinaio di pasticceri nominati direttamente dalla Federazione sulla base di un monitoraggio effettuato da tecnici del settore a testimonianza della passione, dell’amore, della dedizione e professionalità di Vanna, titolare della pasticcera Madamadorè di San Pietro In Cariano a Verona.

Negli ultimi anni Vanna Scattolini è riuscita a far parlare di sé e delle sue specialità dolciarie ottenendo numerosi premi a livello nazionale, balzando agli onori della cronaca nel 2019 classificandosi Pastry Queen miglior pasticcere donna all’ottava edizione del concorso Tenzone del Panettone di Parma, oltre ad aver ottenuto il Primo Premio per il miglior packaging e il terzo premio per il miglior panettone tradizionale d’Italia, classificandosi anche tra le prime dieci colombe d’Italia al concorso Divina Colomba 2020 di Bari.

«Essere selezionata tra i primi 10 su 60 partecipanti dalla giuria è stato un onore e un’ulteriore conferma della qualità del mio lavoro. Salire a bordo della nave Costa Crociere in occasione del contest è di per sé molto emozionante, ma sapere che tutti gli ospiti della crociera degusteranno il mio panettone lo è ancora di più. Comunque vada sarà un’emozione grandissima confrontarmi con professionisti arrivati in finale con me, al cospetto di professionisti noti a livello mondiale».

Articolo precedenteDonatori sangue Asfa, nasce una nuova sezione con Fondazione Più di un Sogno
Articolo successivo“Musica in tre dimensioni”, doppio evento nel weekend: in scena Trio d’Essai e Fucina Harmonica