Silvia Lavarini

A consegnare i premi in Villa Arvedi c’era anche lei, Silvia Lavarini. Dopo il podio conquistato al concorso di Miss Italia 2016, la giovane ragazza originaria di Fosse ha le idee chiare sul suo futuro: studiare per tentare di entrare nel mondo dello spettacolo e della tv. Con un piano “B” sempre in tasca.

di Matteo Scolari

Viaggia ancora sulle ali dell’entusiasmo, come è giusto che sia. Dopo otto mesi da quel terzo posto al concorso nazionale di bellezza per eccellenza, Silvia Lavarini ha ancora vive negli occhi tutte le emozioni di un’esperienza straordinaria che sognava fin da bambina. Partecipare a Miss Italia, conquistare la fascia prestigiosa di Miss Miluna, dopo aver ottenuto quella di Miss Veneto, ha un sapore magico per la giovane ventenne che, durante la serata di premiazioni a Grezzana, tra una battute e gag simpatiche, ha svelato alcuni sogni e alcuni progetti per il futuro.

Silvia, sono passati otto mesi da quella splendida serata di Jesolo che ti ha fatto salire sul podio delle più belle d’Italia: cos’è cambiato da allora nella tua vita?

È stato un anno fantastico, che per fortuna deve ancora terminare. Ho viaggiato tanto, in Italia e all’estero, ho conosciuto tante persone e questa esperienza mi ha aiutato a crescere molto.

Ti aspettavi un risultato simile?

Assolutamente no. Nel 2013, dopo essere rimasta affascinata dal concorso di Miss Lessinia nella piazza del mio paese, a Sant’Anna d’Alfaedo, decisi di iscrivermi all’edizione 2014. Vinsi e mi sembrò di aver conquistato il mondo. Poi le fasce locali di Miss Telearena e Miss Corti Venete, quelle regionali di Miss Miluna Veneto e poi Miss Veneto, tra il 2015 e il 2016. Più si andava avanti e più cresceva il livello di difficoltà e la competizione tra noi partecipanti.

Arrivata a Jesolo, con 210 splendide ragazze davanti a me, la prima cosa che mi sono detta è stata: «Silvia, ma cosa ci fai qui, torna a casa». Non mi sentivo all’altezza ed è lì, forse, che ho imboccato la strada verso il risultato finale. Ho preso tutto con spensieratezza, senza grandi aspettative, consapevole che essere arrivata fino a quel punto era già un successo e ciò che sarebbe arrivato dopo, sarebbe stato tutto di guadagnato.

Cosa farai da grande?

Sto studiando dizione. Il mio sogno è quello di diventare una presentatrice televisiva. Mi piace molto Michelle Hunziker: è frizzante, simpatica, solare. Vorrei provare anche il teatro, dedicarmi alla recitazione. Tuttavia, se non dovessi riuscire a raggiungere questi obiettivi, ho un piano “B” che porto avanti da sempre…

E cioè?

Mi sono diplomata all’istituto alberghiero con indirizzo turistico. Mi piacerebbe molto gestire un albergo. Magari in Lessinia, perché no?