Domani l’appuntamento con le nomine negli enti, salvo imprevisti o strascichi nervosi. Si è stati sul margine della rottura ieri, durante la riunione di maggioranza. I due litiganti, Lega nord e Michele Croce non arretravano di un centimetro per la poltrona della municipalizzata.

Ognuno ha la sua croce ironizzano alcune vignette satiriche sulla stampa di oggi.  E il sindaco Sboarina ha già capito i lineamenti della sua, dopo l’acceso confronto di ieri sulla vexata quaestio delle partecipate. Domani l’appuntamento con le nomine ufficiali, salvo imprevisti o  strascichi nervosi. Si è stati sul margine della rottura ieri, durante la riunione di maggioranza. I due litiganti, Lega nord e Michele Croce non arretravano di un centimetro. Il Carroccio non ha mai fatto segreto di aver messo gli occhi sulla municipalizzata Agsm. Michele Croce di Verona Pulita, dal canto suo, sfumata l’ipotesi Fiera, alla poltrona più ambita non voleva rinunciare.

Erano in quattro a tirare la giacca del sindaco verso i terreni leghisti, da Paolo Tosato al vicesegretario provinciale Paolo Paternoster, passando per il capogruppo Vito Comencini per arrivare a lui, Enrico Corsi, l’uomo che avrebbe dovuto sostituire Fabio Venturi alla guida della multiutility. Ma il sostegno a Croce del vicesindaco Lorenzo Fontana, peraltro vicesegretario federale del partito salviniano, ha ridisegnato il futuro dell’ex assessore tosiano. Corsi andrà alla presidenza dell’Istituto Anziani e per mettere a tacere le lamentele dei vertici del Carroccio, qualcuno pensa ad un ripiego compensativo come, ad esempio, Acque Veronesi.

Ma poi traballerebbe Massimo Mariotti di Fratelli d’Italia, dato nei giorni scorsi, tra i papabili per la guida all’ente. Sono tante le forze in gioco che mantengono in fibrillazione la maggioranza, perché come si può immaginare si tratta di un mosaico a incastro tra i più complessi. Intanto anche le minoranze affilano gli artigli, nel CdA della municipalizzata di lungadige Galtarossa c’è solo un posto che potrebbe andare alla dem Stefania Sartori, anche solo per soddisfare le quote rosa.

Guarda il servizio di TV7 Verona Network

banner-gif
Articolo precedenteStelle cadenti, anche i cani con il naso all’insù
Articolo successivoPesche, le cause della crisi