foto-polizia

Dall’inizio di novembre 10 denunce per guida di stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope. Il pensiero vola subito ai giovani, con il bicchiere in mano e lo spinello in bocca alle serate e poi la mente annebbiata alla guida, ma il ritratto non sembra fedele alla realtà. Tanti gli adulti incensurati che hanno atteggiamenti pericolosi alla guida.

Una fotografia allarmante quella uscita dall‘ultimo bilancio della Polizia stradale scaligera. In appena venti giorno si è arrivati a quota 10 denunce. Gli interventi della polizia a seguito di incidenti stradali hanno accertato quattro casi di guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope e cinque in stato di ebbrezza nelle prime  settimane di novembre. Una la persona fuggita a seguito di uno scontro in cui la controparte ha riportato lesioni giudicate guaribili in 40 giorni.

Quando si tratta di questi ambiti, il pensiero vola subito ai giovani, con il bicchiere in mano e lo spinello in bocca alle serate e poi la mente annebbiata alla guida, ma il ritratto non sembra fedele alla realtà.  Se gli adulti danno il cattivo esempio, si cerca di tracciare modelli virtuosi anche in contesti come il  Job&Orienta con il percorso “Giovani in Strada” che sensibilizza sui risvolti anche penali in cui si può incorrere.

 Guarda il servizio di TV7 Verona Network