boeing

Arrivato ieri allo scalo di Villafranca il primo Boeing 787 acquistato da una compagnia aerea italiana, Neos Air. Il nuovo velivolo è stato scortato da alcuni aerei di piccole dimensioni: in un primo momento da terra si era pensato a un tentativo di dirottamento. Erano le Frecce Tricolore che accompagnavano il gigante nel suo volo inaugurale.

Non capita tutti i giorni di vedere un gigante in cielo sorvolare lo spazio sopra la città scortato da alcuni aerei di piccole dimensioni. È successo ieri in provincia di Verona. Per fortuna non si è trattato di un tentativo di dirottamento come alcuni cittadini, preoccupati, hanno iniziato a temere, ma di una coreografia spettacolare regalata dalla pattuglia acrobatica delle Frecce Tricolore al primo Boeing 787 Dreamliner acquistato da una compagnia aerea italiana, la Neos Air.

Atterrato allo scalo di Villafranca, proveniente da Malpensa, il Boeing ha dato sfoggio della sua grandezza, con un’apertura alare di oltre 60 metri e una capacità di trasporto di quasi 360 passeggeri. Si tratta di un aereo dalla tecnologia molto avanzata, dal cuore italiano. Il Dreamliner, infatti, viene costruito in provincia di Taranto, nello stabilimento Leonardo di Grottaglie.

“L’arrivo del 787 Dreamliner è una sfida e un motivo di orgoglio – ha sottolineato Lupo Rattazzi, presidente di Neos – per il gruppo che affronta un investimento enorme e coraggioso, per avere l’aereo più bello che ci sia oggi al mondo, una macchina costruita anche da noi in Italia”.

Ora il gigante è pronto per raggiungere nuove mete, la prima, domani, è verso Guadalupa.

GUARDA IL SERVIZIO DI TV7 VERONA NETWORK