Avvocato di Strada in campo per tutelare il senzatetto picchiato a Villafranca

Per tutelare i diritti del senzatetto che lo scorso 8 luglio era stato picchiato e poi bruciato da tre aggressori, nella stazione di Villafranca, l'associazione Avvocato di Strada si costituirà parte civile.

Si costituirà parte civile nel caso del senzatetto che la mattina di lunedì 8 luglio era stato picchiato e poi bruciato vivo a Villafranca, così come è scritto nel dna dell’associazione. Avvocato di Strada si propone infatti di tutelare i diritti dei senzafissa dimora e di coloro che non riescono ad accedere agli strumenti che giustizia offre a tutela dell’uomo, ed essendo una onlus, tutto è fatto in maniera completamente gratuita, senza accedere ad alcun tipo di finanziamento.

“Abbiamo intrapreso con i mezzi che ci sono concessi dal Codice di Procedura Penale un’azione legale affinché il ragazzo venga assistito, nella fase delle cure che lo vedranno in stato di incoscienza, da un curatore speciale per esercitare ogni azione a tutela dei propri diritti anche nella fase preliminare delle indagini – scrive l’associazione in un comunicato -. A tal fine, abbiamo depositato nella data di ieri richiesta all’Ufficio del Pubblico Ministero presso il Tribunale di Verona. Avvocato di strada Verona inoltre si offre di assistere giudizialmente la vittima di quell’aggressione e si rende disponibile fin d’ora a sostenerne la causa in giudizio col proprio team di legali ed a far fronte alle relative spese legali. Preannuncia infine la salda intenzione di costituirsi parte civile nell’instaurando procedimento per contribuire all’individuazione degli autori del fatto ed all’accertamento delle responsabilità.”