Sarà proiettato oggi alle 15 nell’aula T.4 del Polo Zanotto all’Università di Verona il film-documentario Before the Flood – Punto di non ritorno, realizzato da Leonardo DiCaprio in collaborazione con National Geographic e diretto da Fisher Stevens. Alla proiezione seguirà un dibattito con personalità ed esponenti delle associazioni ambientaliste veronesi.

«Rappresentiamo l’ultima speranza della Terra. È nostro dovere proteggerla, o per noi e per tutte le forme di vita che la popolano sarà la fine»

Before the Flood – Punto di non ritorno è l’attesissimo documentario di Leonardo DiCaprio dedicato al riscaldamento globale e ai suoi effetti sul pianeta: costato tre anni di intenso lavoro, il documentario è diretto da Fisher Stevens (già attore e produttore del documentario La baia dove muoiono i delfini, vincitore dell’Oscar nel 2010) in collaborazione con National Geographic. Al progetto ha partecipato anche Martin Scorsese come produttore esecutivo.

L’Università degli Studi di Verona offre agli studenti la possibilità di assistere a una proiezione gratuita del documentario mercoledì 23 novembre, alle ore 15, nell’aula T.4 del Polo Zanotto (Viale dell’Università, 4): alla proiezione, organizzata dall’associazione studentesca SUV- Studenti Universitari Veronesi, in collaborazione con National Geographic, Fox Networks Group Italy  e Spotted UNIVR, seguirà un dibattito con personalità ed esponenti delle associazioni ambientaliste veronesi.

 

Immagini e video girati in ogni angolo del mondo, ma anche interviste a scienziati, capi di stato, imprenditori e personaggi politici, dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama al CEO di Tesla Elon Musk fino a Papa Francesco: Before the Flood è un contenitore eccezionale che racconta come il riscaldamento globale sta cambiando la Terra, quali sono le sue cause e che cosa possiamo ancora fare per ridurne gli effetti. DiCaprio, unico protagonista del film, è uno degli attori più sensibili al tema del riscaldamento globale: memorabile il suo discorso alla cerimonia degli Oscar 2016, quando ha vinto il premio come miglior attore per Revenant, in cui ha parlato del pericolo del riscaldamento globale.

Al post dibattito, a cui sono invitati tutti gli studenti e studentesse dell’ateneo, parteciperanno la prof.ssa Veronica Polin, componente della Commissione Sostenibilità Ambientale dell’università, ma anche rappresentati di Fare Verde Onlus, realtà impegnata nell’economia green su tutto il territorio nazionale, e di HappyWays, interessante progetto tutto veronese che offre servizi di carpooling pensati per i giovani.