Dopo un anno di intensa attività amministrativa il Comune di Bosco Chiesanuova dà informazione alla propria cittadinanza di alcuni aspetti tra i più significativi della vita dell’ente: Alla scadenza del 31 dicembre la consistenza di cassa del Comune, giacente presso la Banca d’Italia, ammonta ad un milione e 126 mila euro, con 19 mila di interessi attivi sul conto tesoreria.

È diminuita di 18 mila euro, per minori trasferimento dallo Stato, l’entrata dall’Ici soppressa sulla prima casa (era di circa 330 mila euro), ma in compenso sono entrati 247 mila euro per investimenti dalla battaglia condotta con l’Associazione comuni di confine. Ci sono 410 mila euro ogni anno di ratei di mutui da pagare ma solo 123.779 euro sono imputabili a mutui accesi dall’aministrazione in carica; per la situazione patrimoniale e finanziaria che ha, il Comune potrebbe assumere mutui fino a oltre 4 milioni di euro.

Nell’ultimo anno sono stati programmati lavori per 3,4 milioni di euro di cui 900 mila per opere già concluse e i restanti 2,5 milioni per opere attualmente in appalto. In progetto, oltre al nuovo polo scolastico, il cui costo è preventivato in 3,2 milioni di euro, solo per metà finanziati dalla Regione e dalla Fondazione Cariverona, mentre al resto si dovrà provvedere con la vendita del patrimonio (terreno del Sioster, casermette dei Tracchi e altri immobili), c’è anche un mini impianto per la produzione di biogas, che dovrebbe garantire l’autonomia energetica e termica a polo scolastico e sportivo e nello stesso tempo risolvere i problemi della dispersione sui prati dei liquami degli allevamenti.

La lottizzazione di Sioster sarà approvata prossimamente dal Consiglio Comunale e il tratto di circonvallazione nord che dall’incrocio con la strada per San Giorgio arriva agli attuali parcheggi del Sioster. Il costo preventivato è di 785 mila euro, 247 mila finanziati con il contributo dei Comuni di confine, 135 mila dalla Regione, 380 mila saranno a carico dei lottizzanti e per 23 mila interverrà il Comune con fondi di cassa. Altri interventi sono previsti per l’accesso alla zona artigianale in località Lorenzi (175 mila euro), per la realizzazione della residenza protetta di Corbiolo per persone in difficoltà (281 mila euro, di cui un terzo dalla Fondazione Cariverona), la riqualificazione urbanistica di San Giorgio, nuovi lavori sugli acquedotti, spese per il sociale e la biblioteca.

L’amministrazione comunale ringrazia in particolar modo i dipendenti e tutti i volontari delle decine di associazioni che lavorano per il paese. Il paese è una comunità demograficamente piccola ma, come afferma il Sindaco Melotti, «con un cuore grandissimo e c’è bisogno di continuare ad essere a fianco gli uni agli altri.» facendo proprio il motto recitato in una frase del presidente Kennedy: «Non ti chiedere che cosa può fare il tuo paese per te; domandati piuttosto che cosa puoi fare tu per il tuo paese».

<link=’http://www.boscochiesanuova.net’class=’_blank’>www.boscochiesanuova.net</link>

banner-gif
Articolo precedenteCARNEVALE DEI BAMBINISPETTACOLO IN BORGO VENEZIA
Articolo successivoVERONA FIERE: PIU' ATTENZIONEALLE ATTIVITA' DELLA VALPANTENA