Prevede la detraibilità dalle tasse del 19% delle spese sostenute nel corso dell’anno per l’abbonamento trasporti pubblici per un importo massimo di spesa pari a 250 euro all’anno.

A partire dal 1° gennaio 2018 chiunque sostiene: spese per acquistare un abbonamento a treni ed autobus del trasporto pubblico locale, regionale ed interregionale, ha diritto alla detrazione in dichiarazione dei redditi.

Per usufruire della detrazione trasporti pubblici 2018, sarà necessario conservare le ricevute di pagamento e indicarle nella dichiarazione dei redditi successiva all’anno di effettuazione della spesa.

 

Guarda il servizio di Tg Verona Network: 

 

Articolo precedenteTruffe on-line, alcuni consigli per non farsi gabbare
Articolo successivoA Borgo Trento da oggi c’è un (nuovo) macchinario per il trasporto dei neonati