don_calabria

Un convegno in Gran Guardia, che si terrà lunedì 11 dicembre dalle ore 9 alle 12.30, sarà il momento per celebrare questo importante anniversario per la struttura impegnata da sempre sul (e per) il territorio

Il Centro Polifunzionale Don Calabria festeggia i suoi primi 70 anni di impegno al servizio della persona: occasione per confermare una presenza e una continuità nel dare risposte concrete e professionali alle esigenze del territorio – principalmente nell’ambito della disabilità – in termini socio-sanitari, riabilitativi, formativi, di inclusione socio-lavorativa e pratica motorio-sportiva, secondo il pensiero di Don Calabria.

L’importante traguardo – che si riscontra quotidianamente nei numerosi utenti e famiglie che afferiscono alla struttura di via San Marco e nella qualità dei servizi offerti alla cittadinanza – sarà festeggiato in un convegno lunedì 11 dicembre (a partire dalle ore 9) presso la sala polifunzionale di Palazzo della Gran Guardia.

All’intervento di apertura da parte del direttore del Centro Don Calabria, Alessandro Galvani, seguirà il saluto delle autorità presenti: il sindaco di Verona, Federico Sboarina, il presidente della Provincia di Verona, Antonio Pastorello, il direttore dei Servizi socio-sanitari dell’Ulss 9 Scaligera, Raffaele Grottola. A moderatore l’incontro interverrà Mario Puliero, direttore di Telearena.

Sarà quindi Stefano Zamagni (già professore dell’ateneo di Bologna esperto in economia e studi del mondo no profit, dal 2013 membro ordinario della Pontificia Accademia delle Scienze) ad affrontare il tema della promozione della persona con disabilità nel contesto sociale e individuale odierno.

È la strada maestra seguita nell’evoluzione di questi sette decenni dal Centro Polifunzionale Don Calabria, la cui missione è stata sempre mirata ad intervenire in maniera globale sulla persona, valorizzando le attitudini e le capacità del singolo e facendo in modo che attorno ad esso si esprimesse l’organizzazione dei servizi. Ciò attraverso percorsi personalizzati per la riabilitazione integrale e l’inclusione sociale nella scuola, in famiglia e laddove possibile nel settore lavorativo.

Per rendere l’idea di tale fattiva operatività, la seconda parte della mattina sarà incentrata su una tavola rotonda con le testimonianze di utenti e familiari che presenteranno l’esperienza diretta vissuta come fruitori e protagonisti dei servizi offerti dal Centro. Storie che diventano esempi di determinazione nel superare eventuali ostacoli della vita.

Le conclusioni della giornata e la sintesi del significato che presentano, oggi come allora, le attività del Don Calabria spetteranno, attorno alle 12.30, a padre Miguel Tofful, Superiore Generale dell’Opera Don Calabria.

don_calabria_statua

 

banner-gif
Articolo precedenteTPL, lo “spezzatino” che preoccupa tutti
Articolo successivoDa Israele con Destinazione Verona