Che estate sarà? Beh, ce lo chiediamo tutti. La primavera non ci ha regalato un meteo stupendo, anzi, diciamo pure che ha piovuto per un mese. Ora, anche se le previsioni non sembrano essere delle migliori, sembrano portare verso un netto miglioramento.

Ma non è solo il meteo a tenere banco in questa estate che inizia. Per tutti gli sportivi di Verona, lo abbiamo già detto ieri, c’è la promozione dell’Hellas che è arrivata dopo anni di tribolazioni e per la quale adesso un po’ di festa è stata fatta. Per gli sportivi automobilistici le imprese che Umberto Scandola sta facendo vedere in Campionato Italiano fanno ben sperare: un forte pilota scaligero che meriterebbe un palcoscenico internazionale.

E poi c’è la crisi di governo. I referendum sono andati come dovevano andare, le amministrative hanno premiato il centrosinistra, e adesso l’opposizione affila i coltelli per un’altra stoccata sulla legge elettorale. Il governo arriverà alla fine dell’estate? Probabilmente sì, dato che ora, maggioranza e opposizione concordi, si stacca la cinghia e tutti in vacanza sui panfili, per i problemi ci sarà tempo a settembre (inoltrato).

All’estero tiene banco il batterio killer, mentre i laboratori chimici di mezzo pianeta ricercano senza sosta le cause che ne hanno portato all’insorgenza. In Italia si può stare tranquilli, o almeno così ci ripetono dal Ministero. Negli Usa alluvioni in New Mexico minacciano due centrali nucleari (oramai è una moda) mentre a Fukushima è partito il progetto per cementificare tutto l’impianto in stile Chernobyl.

Insomma, mentre tutti facciamo piani e progetti per le vacanze, sorge una domanda spontanea: belle notizie mai?

Matteo Bellamoli

banner-gif
Articolo precedentePremio Innoval 2011 a Michele Bauli
Articolo successivoSabato torna Voci e Luci in Lessinia