L’associazione San Michele Valpantena-Lessinia organizza quest’anno la seconda escursione culturale nell’Alta Lessinia per far conoscere le bellezze e le bontà della nostra montagna.

L’anno scorso la meta era stata la malga Cornesel, vicino a Podestaria: l’occasione rese possibile la conoscenza di quel lontano periodo storico in cui i proprietari delle più importanti malghe della Lessinia erano le grandi famiglie patrizie veronesi e i più antichi monasteri della città.

Quest’anno invece si andrà a Malga Modo, sulla strada che da Erbezzo porta a Malga Lessinia, vicino al bivio del Piocio. Quelli che vi parteciperanno (ritrovo ore 9,30 di sabato 22 agosto in piazza a Erbezzo) percorreranno un breve tratto con mezzi propri fino a malga Spazzacamina e poi di qui, per circa un’oretta di lento cammino, a piedi raggiungeranno la malga Modo. Da sole la dolcezza del paesaggio e la raffinatezza dell’aria garantiscono sui benefici effetti della passeggiata.

Ma una volta arrivati alla malga, alle ore 12.00 dopo la Santa Messa celebrata da mons. Ottavio Birtele, parroco di Grezzana, tre esperti che hanno dedicato la loro vita allo studio della Lessinia illustreranno alcuni aspetti della nostra montagna. Il professor Ugo Sauro spiegherà le caratteristiche geologiche, il linguista Gianni Rapelli darà delucidazioni sull’origine di alcuni toponimi della montagna veronese e l’archeologo Giorgio Chelidonio fornirà preziose notizie sulla frequentazione della nostra montagna durante nelle età preistoriche.

Da ultimo, per apprezzare anche l’aspetto più qualificante della produzione gastronomica locale, agli amanti del bello e del buono saranno offerti alcuni assaggi della nostra migliore produzione, come il prelibato formaggio di malga che in questo periodo viene prodotto nella nostra montagna.

Prof. Bruno Avesani
<italic>Associazione San Michele</italic>

banner-gif
Articolo precedentePRESENTATO IN PROVINCIA IL XV° FILM FESTIVAL DELLA LESSINIA
Articolo successivoENERGIA NUCLEARE L'ITALIA DEI SI È PER IL NO!