MONTORIO – E dopo l’assemblea pubblica di Santa Maria in Stelle, sul tema idrico, anche a Montorio si torna a parlare di acqua, ma questa volta legata ai disagi riscontrati nel corso dell’esondazione del Fibbio dello scorso maggio.

L’assemblea, aperta a tutti, si terrà giovedì 13 giugno alle ore 21:00 presso la tensostruttura del Circolo Primo Maggio (<link=’http://maps.google.it/maps?q=45.457489,11.067007&hl=it&num=1&t=m&z=17′ class=’_blank’>mappa</link>) e sono state invitate a partecipare le autorità competenti sul tema per avere delle risposte in merito alla sicurezza del territorio attraversato dal progno anche sulla scorta del nuovo Piano di rischio idrogeologico per il Torrente Squaranto e delle molteplici segnalazioni degli argini in cattivo stato di manutenzione. Richieste di questo tipo sono pervenute da parte di molti residenti che chiedono la sistemazione e pulizia dell’alveo.

L’assemblea pubblica è il secondo passaggio dopo la riunione del 3 giugno in cui è sorto il Comitato Spontaneo per analizzare l’esondazione del torrente Squaranto, i fatti accaduti e i danni causati dall’evento.

Altre info al sito <link=’http://www.montorioveronese.it/index.php/le-foto-mainmenu-390/eventi-mainmenu-388/7301-allarme-torrente-squaranto-come-agire’ class=’_blank’>montorioveronese.it</link>

Matteo Bellamoli

banner-gif
Articolo precedenteMusica live a Marcellise domenica 16 giugno
Articolo successivoNuova varietà di ciliegie, a testarla i cittadini veronesi