Si è tenuta nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero la presentazione della 737^ Fiera Agricola di San Biagio che prenderà luogo a Bovolone dal 31 gennaio al 3 febbraio.

La Fiera, ormai da secoli appuntamento fisso per la città, riapre i battenti per l’edizione 2015. Si tratta della più importante esposizione regionale di macchine ed attrezzature per l’agricoltura con eventi, concorsi e iniziative di vario genere.

L’intera città di Bovolone sarà teatro delle numerose iniziative, prima e durante la Fiera che sarà distribuita nei principali palazzi, corti e piazze del centro abitato. Come ogni anno, oltre alla tradizionale esposizione dei mezzi agricoli, la manifestazione prevede numerosi convegni dedicati alla riscoperta dei sapori antichi e all’artigianato locale. Altro appuntamento fisso che si rinnova è il concorso dedicato all’innovazione tecnologica, il quale premierà le macchine agricole che consentono un miglioramento delle pratiche di agricoltura sostenibile a ridotto impatto ambientale.

Il programma della Fiera è vario e articolato, tra le principali attività emergono: la mostra fotografica a cura del Gruppo Fotoamatoriale Arti Visive Bovolone che, giunta alla sua 29^ edizione, si terrà dal 31 gennaio all’8 febbraio; la “Fattoria in Fiera”, un ciclo di laboratori dedicati alla riscoperta del mondo contadino; il Ballo in maschera, organizzato in collaborazione con il Comitato carnevalesco della Provincia di Verona, che si terrà al Palazzetto Le Muse il 31 gennaio; “Riso Insieme”, una serata enogastronomica benefica animata da uno spettacolo di cabaret, il cui incasso verrà devoluto alla Fondazione per la ricerca sulla fibrosi cistica Onlus. Saranno numerosi i laboratori proposti da scuole, enti e associazioni, come quello sulla Pet Therapy organizzato dal Servizio Veterinario dell’Ulss 21 di Legnago.

Andrea Marchiori