È il Centro diocesano Aiuto Vita, realtà del volontariato scaligero che opera a sostegno della gravidanza e cammina accanto alle donne e alle famiglie in difficoltà, perché possano crescere i figli nella serenità

Oltre 180 fiocchi tra rosa e azzurri: tanti sono i neonati che il Centro diocesano Aiuto Vita ha aiutato quest’anno a venire alla luce. Nell’economia della solidarietà a questo numero si somma quello delle mamme sole o dei nuclei familiari in difficoltà accompagnati prima a vivere la gravidanza e poi il momento della maternità serenamente e maniera concreta.

Nel 2016 l’associazione di volontariato, che ha sede in via Betteloni nel quartiere di borgo Venezia, ha distribuito quasi 4mila beni di prima necessità come latte e pannolini; ha promosso percorsi di formazione e alfabetizzazione; ha offerto accoglienza residenziale a 19 mamme e a 28 piccoli nella comunità “Casa Gabriella” e in vari appartamenti; 270 sono stati i bimbi inserti nel micro-nido I coriandoli di Veronetta dall’avvio della sua attività.

Dai primi giorni dell’anno, il Centro Aiuto Vita ha seguito già 642 situazioni di donne in gravidanza, madri sole, famiglie con neonati nei primi mesi di vita. E molti sono stati i nuovi casi. Sotto il peso della crisi economica, sono sempre più numerose le famiglie e le mamme che interpellano i volontari dell’associazione per ricevere un aiuto. Ciò comporta un impegno di risorse umane ed economiche: accanto ad ascolto, consulenza, sostegno morale e psicologico è di fondamentale importanza poter offrire continuità di servizi e aiuti concreti.

 

GUARDA IL SERVIZIO DI TV7 VERONA NETWORK: