Manuel Scalzotto, Presidente della Provincia di Verona, qualche giorno fa ha incontrato le classi quarta e quinta della Scuola Primaria di Corbiolo. Prima di rispondere a numerose domande, Scalzotto ha cercato di creare un’atmosfera confidenziale, raccontando agli studenti le estati trascorse, alla loro età, in colonia all’Istituto Boggian di Bosco Chiesanuova, quando tra le insegnanti aveva proprio la loro maestra Antonella Fait. Il Presidente si è poi dedicato a spiegare, ai giovani e alle giovani seduti in semicerchio davanti a lui, l’importanza del ruolo e delle enormi responsabilità del primo cittadino per il buon funzionamento di un paese e le principali competenze della Provincia.

Una mattina speciale per gli alunni e le alunne, che hanno potuto porre direttamente al Presidente Scalzotto domande sui suoi studi passati e sui suoi sogni futuri, sugli incarichi da adempiere e sulle difficoltà del suo ruolo. «Sono laureato in Economia e Commercio, sono un commercialista ma come Presidente della Provincia, il mio ruolo è un po’ quello di capoclasse dei Sindaci che mi da la possibilità, interfacciandomi costantemente con loro, di provare ad aiutare le persone, con tante piccole e grandi azioni, com’è stato in questi due difficili anni di pandemia — dichiara il Presidente della Provincia— C’è molto da lavorare, è difficile e impegnativo, le richieste a cui rispondere sono davvero tante ma proprio per questo è un compito altrettanto bello. Due grandi impegni sono il completamento della Strada Provinciale 10 e la conservazione della bellissima sede della Provincia in Piazza dei Signori. Il mio obiettivo è di migliorare almeno un po’ le cose rispetto a come le ho trovate. Ecco, vi invito a pensare che, ogni giorno, si possa fare meglio e di più del giorno prima».

Prima di dare la parola al Sindaco Melotti, la Maestra Fait ha voluto ricordare ai bambini l’approccio che deve guidarli nel rapporto con gli altri: «Dobbiamo imparare ad indossare i panni dell’altro per capirne le difficoltà e a riconoscere il buon lavoro svolto. Criticare è facile ma dire “bravo” a chi lavora e si impegna è molto più importante. E un grande grazie, a questa Amministrazione, la dobbiamo dire tutti insieme per averci uniti, tra Comuni vicini: oggi siamo la Lessinia e l’unione fa la forza». Il Sindaco Melotti ha invece voluto ricordare ai giovani cittadini e alle giovani cittadine come la prima opera completata e inaugurata dalla sua Amministrazione «sia stata proprio questa Scuola. Investire nell’istruzione scolastica ha un significato importante e in montagna lo ha ancora di più perché le problematiche da affrontare sono maggiori, la popolazione è limitata e, nel nostro caso, dispersa su vaste superfici ma il ruolo della scuola e, aggiungo, dei poli sportivi è centrale per tenere le fila della comunità. La passione, nel ruolo di Sindaco, è ciò che fa la differenza, è lo stimolo a mantenere alta la concentrazione e a volere sempre il meglio per il proprio territorio».

banner-gif
Articolo precedenteL’Angolo del Cinema: The Witcher
Articolo successivoGruppo Sportivi Veterani Veronesi, 100 anni all’insegna dello sport