Non c’è dubbio, il sisma di sabato 29 ottobre ha segnato il ponte di Ognissanti e probabilmente anche tutto il mese di novembre, dato che episodi, seppur lievi, come questi, non fanno mai piacere. I sismologi hanno rassicurato che non si è trattato del prologo di uno sciame sismico ma di un isolato fenomeno oscillatorio sussultorio.

Qualcuno però, si è accorto che anche domenica 31 sera, altre due piccole scosse hanno smosso la nostra quotidianità, in rapida successione intorno alle 23:00. Un po’ scherzando qualcuno ha improvvisato bizzarre spiegazioni: «si sta risvegliano il Baldo», facendo leva su teorie mai confermate secondo cui il nostro Monte Baldo sarebbe stato, in orgine, un vulcano.

Tranquillizzando sul fatto che i terremoti e le eruzioni vulcaniche non hanno niente in comune (un fenomeno non implica l’altro), l’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) ha predisposto questionario on-line aperto a tutti i cittadini che hanno vissuto la scossa del 29 ottobre, compresi quindi tutti noi di Valpantena e Lessinia.

Il questionario, che potete trovare al link <link=’http://terremoto.rm.ingv.it’ class=’_blank’><underline>http://terremoto.rm.ingv.it</underline></link> è stato aperto per consentire all’INGV di monitorare non solo i fenomeni sismici ma anche la reazione delle persone che li vivono.

Dal sito a cui si accede dal link, selezionate il terremoto in questione ([29 Ott2011 06:13] Zona Lago di Garda — MI: 4.2) e rispondete alle domande. Il questionario è anonimo(potete inserire i dati anagrafici solo se interessati), e vi saranno chiesti i vostri comportamenti durante il sisma, la vostra percezione delle oscillazioni e gli effetti che la scossa ha avuto sulla vostra casa oltre che su di voi.

Faremo un servizio per consentire a geologi e vulcanologi di conoscere più a fondo non solo i terremoti, ma anche e soprattutto i comportamenti che, in caso di scosse o fenomeni violenti, siano in grado di salvare e mettere in sicurezza più persone.

Matteo Bellamoli

banner-gif
Articolo precedenteSole sul ponte di Ognissanti boom della raccolta d'olive
Articolo successivoPantheon 25