Risorgive

Collega Valeggio sul Mincio a San Giovanni Lupatoto passando sul territorio di otto comuni della provincia. Lunga quasi 36 chilometri, l’opera è stata finanziata dalle Regione Veneto con il contributo anche di fondi europei. Ieri la maratona inaugurale patrocinata dal Coni, dalla Provincia e dal Consorzio di bonifica veronese.

Un’opera attesa da almeno 12 anni. La ciclabile delle Risorgive ora è una realtà: inaugurato ieri mattina con una maratona non competitiva aperta a sportivi e famiglie organizzata dall’associazione Mombocar, il percorso di quasi 36 km che collega Valeggio sul Mincio a San Giovanni Lupatoto passando per i comuni di Buttapietra, Castel d’Azzano, Povegliano, Vigasio Villafranca e Zevio.

Proprio a Borghetto di sono dati appuntamento i podisti e assieme a loro anche otto tedofori, in rappresentanza delle otto amministrazioni, i quali hanno raccolto dalle mani del sindaco di Valeggio alcune borracce contenenti l’acqua del Mincio. Taglio del nastro in ogni comune fino ad arrivare a San Giovanni dove gli otto tedofori hanno consegnato le borracce alle autorità presenti, tra cui l’assessore regionale Elisa De Berti, che ne hanno riversato il contenuto nell’Adige creando un ponte simbolico tra i due fiumi.

Tra le opere realizzate anche una passerella sull’Adige finanziata da Enel che collega la ciclopedonale con la “pista del sole” che porta direttamente Europa.

Guarda il servizio di TV7 Verona Network