infermentum

L’azienda dolciaria veronese si è aggiudicata lo scorso weekend il “Tenzone del Panettone”, uno degli appuntamenti più importanti a livello nazionale per maestri di pasticceria e campioni dei lievitati nazionali. L’ennesimo riconoscimento per una start up nata da una scommessa e che ora è pronta a sfidare anche realtà più strutturate con il debutto della vendita all’estero

L’ultimo riconoscimento in ordine cronologico è stato il primo posto ottenuto al “Tenzone del Panettone”, uno degli eventi sui lievitati da ricorrenza più importanti d’Italia che si è tenuto lo scorso weekend  a Parma e che ha decretato quello di Infermentum il miglior panettone del 2017.

Il palmares della giovane azienda dolciaria veronese si arricchisce così di un nuovo premio che sottolinea ancora una volta la bontà di un progetto imprenditoriale nato quasi per scherzo tre anni fa, da un’idea condivisa da quattro amici, e che sta diventando una vera e propria eccellenza nel settore.

Panettone Fichi mele noci
Panettone fichi mele noci

 

Daniele, Elisa, Luca e Francesco, sono loro i quattro “moschettieri” dei sapori genuini che hanno saputo trasferire in questa loro avventura imprenditoriale know-how e competenze individuali derivanti da settori e da percorsi di formazione diversi. Per condividere gli importanti risultati ottenuti fino a qui, Infermentum ha invitato sabato scorso, per il secondo anno consecutivo, nella sede di via Copernico 40 a Stallavena, clienti, amici e simpatizzanti al taglio di un maxipanettone da cinque chili che apre simbolicamente la stagione.

Una case history interessante quella di Infermentum, da start up innovativa e atipica per il territorio di origine a vera e propria realtà imprenditoriale in crescita e di successo. Ma i quattro giovani fondatori sono consapevoli della rapida scalata di cui sono protagonisti?

GUARDA IL SERVIZIO DI TV7 VERONA NETWORK