Verona è stata letteralmente svegliata dal terremoto stanotte. Cinque scosse che sono state avvertite distintamente dagli abitanti della provincia veronese. Alle 00:54 la scossa più forte, di magnitudo 4.2. Il sisma ha avuto ipocentro a 10,3 km di profondità e epicentro in prossimità dei comuni di Bosco Chiesanuova, Cerro Veronese, Fumane, Grezzana, Marano di Valpolicella, Negrar, San Pietro in Cariano e Sant’Anna d’Alfaedo.

Ma la terra aveva iniziato a tremare già intorno alle 21. Due sono infatti le scosse registrate dall’Istituto di Geologia e Vulcanologia: la prima alle 20:41 di magnitudo 2.7, seguita da un’altra di 2.1 alle 20:49.

Nella notte è poi seguita una replica alle 1:05, mentre sono già due i sisma registrati nella mattinata: alle 7:15 di 2.5 gradi della scala Richter e alle 8:26,di magnitudo 2.9.

Al momento sono stati riscontrati piccoli danni, tra cui quelli della chiesa di Marano di Valpolicella dove sono caduti dei calcinacci, e lo scrostamento dell’intonaco dovuto a piccole crepe in alcune abitazioni.

In allegato l’immagine dell’epicentro.

Jessica Ballarin

banner-gif
Articolo precedenteRave party a Grezzana denunciate 60 persone
Articolo successivoNuova scossa di terremoto l'epicentro ancora nel parmense