Venerdì 2 dicembre il Circolo Auser Anziani Colognolesi, in collaborazione con la Biblioteca del Comune di Colognola ai Colli “Gino Sandri”, organizza una serata dedicata al tema della violenza sulle donne: alla serata, intitolata “La violenza non è amore”, interverrà Angela Barbaglio, Magistrata della Procura di Verona.

Il 25 novembre è stata la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, e moltissime sono state le iniziative che in tutto il mondo hanno cercato e cercano di promuovere una cultura del rispetto.

Anche Socie e Soci del Circolo Auser Anziani Colognolesi, in collaborazione con la Biblioteca Comunale “Gino Sandri” e il Patrocinio del Comune di Colognola ai Colli, intendono riflettere, insieme con la Relatrice Angela Barbaglio, non solo sui numeri dei femminicidi, che sono comunque impressionanti nel mondo e nel nostro paese in particolare, ma soprattutto sulle cause, sulla “cultura” del potere maschilista che questi omicidi di donne nascondono.

La stessa Dichiarazione adottata dall’Assemblea Generale Onu parla di violenza contro le donne come di “uno dei meccanismi sociali cruciali per mezzo dei quali le donne sono costrette in una posizione subordinata rispetto agli uomini“.

Oltre cento paesi nel mondo, ad esempio, sono ancora privi di una legislazione specifica contro la violenza domestica e più del 70% delle donne nel mondo è stata vittima nel corso della loro vita di violenza fisica o sessuale da parte di uomini.  Solo in Italia dall’inizio del 2016 ci sono stati oltre 30 femminicidi e nella maggioranza dei casi l’assassino è un familiare o una persona con cui la vittima ha avuto una relazione.

A fronte di questi numeri sconcertanti il Circolo Auser Anziani Colognolesi desidera approfondire l’argomento con una riunione aperta a tutte/i con l’obiettivo di favorire una corretta cultura del rispetto tra generi diversi e per ribadire il messaggio: “la violenza non è amore”.

Interviene:

Angela Barbaglio –  Magistrata della Procura della Repubblica di Verona

La serata è aperta a tutte/i con ingresso libero.