Dal 4 luglio al 5 settembre tutti in montagna per riscoprire una Lessinia ricca di storia, arte e spettacolo accompagnati dal direttore artistico del Lessinia Fest Alessandro Anderloni: “Siamo pronti a riaccendere il Fuoco alla cultura! Siamo i suoi inguaribili piromani”.

 

L’arte prende forma così, in uno spettacolo itinerante tutto da scoprire e firmato per intero dal celebre direttore artistico Alessandro Anderloni, con la collaborazione di Gabriella Palatini, pronto a conquistare nuovamente gli amanti della Lessinia e non solo. Grazie, infatti, all’unione delle due grandi e storiche rassegne “Voci e luci in Lessinia” e “Film Festival della Lessinia” viene a crearsi una nuova ed entusiasmante occasione che saprà affascinare grazie ai trentasei appuntamenti ricchi di musica, cinema, danza e teatro. A fare da scenografia questa volta la natura: tra prati, boschi, rocce, contrade e ville della montagna veronese, vicentina e trentina. Quattordici i Comuni della Lessinia coinvolti dalla rassegna con l’apertura alla Valle dell’Agno e al Monte Baldo, tanto da poter essere considerato uno dei festival territorialmente maggiormente estesi del Veneto. «Siamo tornati di nuovo e ancora, con caparbietà e passione, perché crediamo, con il fuoco della cultura, di poter accendere le menti e i cuori. Si torna a camminare – commenta Alessandro Anderloni – consapevoli che nel cammino bisogna mettere in conto la fatica. E dopo la fatica è arrivato Lessinia Fest, con un nome a cui siamo già affezionati. È il punto di partenza, non quello di arrivo, di un sentiero iniziato ventun anni fa con il “Film Festival della Lessinia” e nove anni fa con “Voci e luci in Lessinia”. Gli artisti che abbiamo invitato e i film che abbiamo scelto dicono del desiderio di esplorare, di mescolare e contaminare. E di ricordare, perché lungo l’estate torneremo spesso a quella guerra che cento anni fa ha lasciato segni nel terreno e cicatrici nella storia. Ma altro fuoco, non quello maledetto delle armi, vogliamo accendere. Fuoco alla cultura! Siamo i suoi inguaribili piromani». E se la formula sperimentata con successo in nove anni di edizioni di “Voci e luci”: accompagnare il pubblico nei luoghi affascinanti e talvolta poco conosciuti della Lessinia veronese funziona, altrettanto positiva la linea internazionale data nelle scelte artistiche grazie al giro del mondo musicale alla scoperta di sonorità vicine e lontane presentate da artisti di spicco. Note alle quali fanno idealmente eco gli scenari delle pellicole che, dal 22 al 30 agosto, si alterneranno sul grande schermo del Teatro Vittoria di Bosco Chiesanuova alla ventunesima edizione del “Film Festival della Lessinia”. Rassegna cinematografica preceduta, per la prima volta, da una serie di proiezioni speciali in programma in ognuno dei Comuni che hanno aderito al cartellone organizzato dalle associazioni culturali “Film Festival della Lessinia”, “Le Falìe” e “Àissa Maìssa”. Main sponsor della manifestazione sono Cassa Rurale Bassa Vallagarina e Fimauto.

banner-gif
Articolo precedente“Una sola Madre Terra” – Festa dei Popoli 2015
Articolo successivoFidarsi dell’olio di palma?