lupi

Enrico Beltramini, presidente di Salvaguardia Rurale Veneta, è tranchant: “Convivenza impossibile ed è pura utopia pensare di spostarli”.  

La convivenza uomo-lupo? “Impossibile. Ed è pura utopia pensare di spostarli, dato che non esistono zone adatte. Occorre una seria gestione del lupo, anche con piani di abbattimento”.

Enrico Beltramini, presidente di Salvaguardia Rurale Veneta, associazione di allevatori di Lessinia, Altopiano di Asiago, Monte Grappa e Lamon, è tranchant e controbatte alle parole di Paola Selva, che studia la dieta dei lupi e secondo cui la “convivenza possibile con recinzioni e cani da guardia, così in Piemonte si è passati da cento a nove predazioni per branco”.

Beltramini dissente: ” In Piemonte le predazioni sono aumentate del 250 per cento”.

Beltramini, che ricorda le 106 denunce di predazione in Lessinia da inizio 2017, parla apertamente di piano di abbattimento dei lupi “sull’esempio della Francia: “Le recinzioni non funzionato, lo si è visto sull’altopiano di Asiago e alla cima Grappa, e tra l’altro in Lessinia non sono possibili”.

GUARDA IL VIDEO DI TV7 VERONA NETWORK

banner-gif
Articolo precedenteMarmomac per mano alla Cina
Articolo successivo“Before the flood. Punto di non ritorno”, il film di Leonardo Di Caprio