don bosco

Nell’anno scolastico 2021-2022, dopo un anno di pausa dovuto alla pandemia, i ragazzi dell’Istituto Salesiano Don Bosco di Verona hanno partecipato alla FIRST® LEGO® League, manifestazione mondiale di robotica che ha visto la partecipazione di decine di migliaia squadre di tutto il mondo, organizzata in Italia dalla Fondazione Museo Civico di Rovereto. Quest’anno la sfida è intitolata “Cargo Connect”, il tema è quello del trasporto delle merci.

A partire dal mese di novembre dello scorso anno sono state costituite due squadre con ragazzi e ragazze provenienti dalle classi seconde, terze e quarte dell’istituto tecnico informatico, del liceo scientifico opzione scienze applicate e del liceo scientifico tradizionale: Idbricks e Smartech.

Idbricks è composta 10 membri: Bellini Francesco, Brigi Tommaso, Compri Sara, Dal Zovo Jan Erik, Danieli Giulia, Rossi Lorenzo, Salvagno Caterina, Sartori Cesare, Scardoni Nicola, Tonni Jacopo. La squadra è seguita dai professori di scienze, Anna Baruzzi e informatica, Luca Zanetti.

Il team IDBricks e la classifica di robotica

Smartech consta di 9 studenti e studentesse: Adeesha Kekulthotuwage Don, Andrea Pocobelli, Anny He, Benedetta Garello, Lorenzo Fava, Marco Di Francescantonio, Pietro Sella, Silvia Castelli, Tommaso Citterio. La squadra è seguita dai professori di matematica e fisica, Laura Ballarini e Andrea Materassi.

Ogni team ha programmato un robot autonomo, tutti con gli stessi kit LEGO®, per avere pari opportunità tecniche, in grado di sfidarsi su un campo di gara uguale in tutto il mondo (Robot game), sviluppando inoltre soluzioni innovative per un problema che hanno identificato (Progetto scientifico), sempre nel rispetto dei Core Value della FIRST® LEGO® League. La giuria nazionale, costituita da rappresentanti del MIUR, del mondo dell’istruzione, della ricerca e di imprese, ha valutato i vari progetti ed i giovani del Don Bosco hanno brillantemente superato la selezione, classificandosi primi tra i team presenti ed approdando così alla finale nazionale di Rovereto.

Il team Smartech

La squadra Idbricks ha affrontato il problema della distribuzione dei pacchi affiancando al metodo di trasporto tradizionale con i furgoncini l’uso dello spazio libero, sprecato, che rimane sui mezzi pubblici. La squadra Smartech si è occupata del miglioramento della sicurezza dei trasporti con un innovativo lucchetto smart.

Domenica 13 marzo le squadre veronesi hanno partecipato alla gara in videoconferenza, confrontandosi con varie squadre italiane. La competizione in presenza sarebbe stata il 29 gennaio, ma è stata posticipata causa presenza di casi positivi/quarantene tra i ragazzi.
La squadra Idbricks ha vinto il robot Game con il punteggio massimo di 355 punti e il premio “Robot Design”. La squadra “Smartech” ha vinto il solo posto in palio per la qualificazione alla finale nazionale del 26/27 marzo a Rovereto.

banner-gif
Articolo precedenteIl soggiorno di Antonio Canova a Verona
Articolo successivoMyCollego, i “maghi della robotica” alla conquista del mondo