In 1.696 oggi si sono svegliati , tra ansie e ripassi, e si sono avviati ad affrontare il temutissimo test di selezione. 174 i posti disponibili per Medicina e Chirurgia, 20 quelli per Odontoiatria nell’ateneo scaligero.

Cresciuti a pane e ER, o meglio, a pane e Grey’s Anatomy, oggi, chi teneva ripiegato nel cassetto il sogno del camice bianco, ha fatto i conti con la fatica che accompagna ogni passione. 174 i posti disponibili per Medicina e Chirurgia, 20 quelli per Odontoiatria. Sotto assedio le aule del Polo Zanotto a Veronetta e quelle di Borgo Roma.

Le prove sono iniziate alle 11, come in tutta Italia. Cento minuti, sessanta domande a risposta multipla da svolgere. Biologia, chimica, fisica, matematica  e poi i capitoli più indigesti: quelli di logica e cultura generale, da sempre incognite insondabile. Gli iscritti sono aumentati in riva all’Adige: rispetto all’anno scorso, se ne contano circa duecento in più.

La professione tra le corsie piace per quel suo alto tasso di occupazione. Tanti e altri sono, però, i motivi che seducono ogni anno tanti giovani, pronti ad immolare l’estate sui libri, per raggiungere l’obiettivo.

Secondo il sondaggio di Skuola.net, su un campione di 1000 ragazzi intenzionati a provare il test di selezione,  il 62 per cento è guidato da una passione genuina. Il 25 per cento lo fa perché è un buon investimento per il futuro. Il 13 per cento, invece, per gli sbocchi lavorativi, mentre solo il 12 per cento per le prospettive di guadagno. Prima di sognare ad occhi aperti, bisogna aspettare la graduatoria nazionale che il 3 ottobre svelerà l’elenco di chi potrà sedere sui banchi tanto anelati.

GUARDA IL SERVIZIO DI TV7 VERONA NETWORK