Premiate le novità confezionate per il 2017: dai mercatini diffusi che hanno lambito la città in più punti spingendosi fino a San Zeno, Lungadige San Giorgio e Castel San Pietro. I più piccoli non hanno trattenuto il sorriso davanti alla Giostra dell’albero della felicità, l’attrazione è stata provata da 9.500 bambini di cui oltre 100 con disabilità.

3.758.791 i visitatori unici che hanno messo piede nelle piazze scaligere durante la magia dei mercatini. Il weekend dell’8 dicembre è stato quello del record con 671 mila persone nello spazio di un finesettimana. Grida al successo la manifestazione dei mercatini di Natale a Verona, co-organizzata dal Comitato per Verona e dal Comune di Verona con il patrocinio della Regione Veneto. E non si può darle torto. Premiate dunque le novità confezionate per il 2017.

Dai mercatini diffusi che hanno lambito la città in più punti spingendosi fino a San Zeno, Lungadige San Giorgio e Castel San Pietro. Proprio nel novero delle scelte apprezzate figura anche l’igloo Louge bar sulla sommità della terrazza panoramica, perché il Natale veronese è anche ritagliato sui giovani. I più piccoli non hanno trattenuto il sorriso davanti alla Giostra dell’albero della felicità, l’attrazione è stata provata da 9.500 bambini di cui oltre 100 con disabilità. Ma tra i risultati di cui si fa con grande piacere il bilancio c’è il lato sicurezza. La macchina ha funzionato alla perfezione senza inceppi di sorta grazie a innovativi sistemi di rilevazione dei flussi e ad un servizio di vigilanza con 30 operatori.

“Un’edizione da record, con numeri importanti che si distanziano ampliamente dai 60 mila visitatori registrati nel 2007 nella prima edizione della manifestazione – ha sottolineato il Sindaco Federico Sboarina –. Un risultato frutto della fattiva collaborazione di tutti i soggetti coinvolti e, in particolare, del lavoro di squadra messo in campo da Comune, Atv, Fiera e Autostrade nella gestione dei flussi di traffico e della mobilità cittadina. Un successo che premia le novità introdotte, come l’ampliamento dei mercatini a lungadige San Giorgio e a Castel San Pietro, dove la funicolare ha rilevato punte di oltre 1800 passaggi. Una soluzione adottata per ampliare il percorso di vista e a far conoscere zone delle città che, altrimenti, risulterebbero fuori dai consueti itinerari turistici”.

DATI: 
Funicolare: nel periodo dei mercatini è stato rilevato uno dei due picchi massimi dall’apertura (l’altro è stato in occasione della manifestazione Hostaria), con 1.882 passaggi registrato sabato 9 dicembre. Positivi anche i dati rilevati su domenica 3 dicembre, prima giornata Mobility day, che ha registrato circa 1.580 passaggi.
Anfiteatro Arena: nella sola giornata del 3 dicembre è stato registrato un flusso di visitatori pari a 7319; il dato più alto registrato nel mese e mai raggiunto nel 2016 durate lo stesso periodo.
Inoltre, nel confronto dati fra i primi fine settimana di dicembre 2016 e quelli 2017 si evidenzia una forte crescita, con un’affluenza visitatori che risulta, in alcuni casi, raddoppiata.

Dati totale visitatori musei di domenica 3 dicembre 2017: Anfiteatro Arena 7319 (6968 nel 2016); Casa di Giulietta 2764 (2582 nel 2016); Castelvecchio 1572 (1195 nel 2016); Museo degli Affreschi 419 (400 nel 2016); Museo Archeologico Teatro Romano 805 (938 nel 2016); Museo Maffeiano 96 (146 nel 2016).

Dati visitatori musei dell’8 dicembre 2017: Castelvecchio 623 (327 nel 2016); Anfiteatro arena 3715 ( 3289 nel 2016); Museo Maffeiano 138 (64 nel 2016); Casa Giulietta 1747 (1639 nel 2016); Museo degli affreschi 495 (420 nel 2016); Museo Archeologico al Teatro Romano 307 (347 nel 2016)

 

GUARDA IL SERVIZIO DI TG VERONA NETWORK: