“Un vanto per Verona e per il Paese”. Così il ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana ha definito il centro polifunzionale Don Calabria di Verona. Il ministro, in visita all’ospedale, ha parlato anche di “esportazione” del modello di eccellenza del Don Calabria per migliore il grado di civiltà del Paese.

“Il Don Calabria è un centro di eccellenza a livello nazionale, che ha saputo rispondere a molteplici esigenze, compreso l’inserimento lavorativo per le  persone con disabilità. Un vanto per Verona e per il Paese”. Queste le parole del ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana, questa mattina in visita al Centro Polifunzionale Don Calabria di Verona.

L’ospedale, che segue quasi 10mila utenti ogni anno, per la maggioranza con disabilità, è specializzato nei servizi sociosanitari,  riabilitativi, formativi, di inclusione socio-lavorativa e motorio-sportiva, con particolare attenzione proprio alla disabilità.

“Voglio prendere spunto dall’esperienza di centri di eccellenza come il don Calabria, nato, oltre 70 anni fa, e cresciuto attorno ai bisogni concreti della comunità” – continua Fontana – Il grado di civiltà di un Paese si misura dalla capacità di saper rispondere alle esigenze e alle aspettative di inclusione sociale delle persone più bisognose”.

“Uno Stato serio – conclude il ministro – deve pensare innanzitutto alle persone vicine che hanno maggiori necessità, garantendo risorse adeguate, perché queste necessità vengono prima di ogni vincolo di bilancio. Il primo passo è prendere esempio e ispirazione dalle buone esperienze, che rappresentano un valore per tutti”.

Nella sua visita il ministro è stato accompagnato dal direttore Alessandro Galvani, dal presidente, fratel Andrea Bennati, dal responsabile amministrativo Federico Patuzzo e da don Ivo Pasa, della Congregazione Poveri Servi e delle Povere  Serve della Divina Provvidenza.

Guarda il servizio:

banner-gif
Articolo precedenteLa psicologia delle fiabe (e della pittura)
Articolo successivoL’età? È una questione di melodie interiori