stefano marzotto

Pfas a quota zero nell’acquedotto, ma il problema non è risolto. Il sindaco di Pressana, portavoce di altri primi cittadini della Bassa veronese accomunati dalla stessa criticità, ricorda che per scongiurare ogni pericolo andrebbero risanate le falde e i fiumi

L’emergenza Pfas nei comuni della Bassa veronese sembra essere rientrata. Come spiega Stefano Marzotto, sindaco del Comune di Pressana e portavoce di altri sindaci del territorio impegnati per la stessa causa, il livello di sostanze inquinanti nell’acquedotto è pari a zero, ma il problema permane comunque nelle falde.

Marzotto fu il primo, tre anni fa, a denunciare il caso.

GUARDA IL SERVIZIO DI TV7 VERONA NETWORK