olimpiadi invernali 2026 cortina

Da oggi la Commissione di Valutazione del CIO è in Veneto per esaminare la candidatura Milano-Cortina per le Olimpiadi Invernali 2026. Zaia: «Supereremo gli esami col massimo dei voti.»

Il Presidente del Veneto smentisce le indiscrezioni secondo cui la struttura di Cortina, città candidata alle Olimpiadi invernali del 2026, non garantirebbe abbastanza posti letto. «Il Veneto non ha problemi di ospitalità alberghiera o di tipo organizzativo. È la Regione più turistica d’Italia con 70 milioni di presenze e 16 miliardi di fatturato.»

La Commissione di Valutazione del CIO (Comitato Olimpico Internazionale) inizierà proprio dal Veneto le sue verifiche sulla candidatura Milano-Cortina. Oggi, lunedì 1 aprile, i membri della commissione saranno a Venezia e a Cortina. Per il governatore Zaia il Veneto non ha nulla da temere: «Supereremo gli esami che il CIO si appresta a condurre col massimo dei voti, ne sono certo

Oggi al Palazzo Grandi Stazioni di Venezia saranno presenti Christophe Dubi, direttore per le candidature olimpiche del CIO, Giovanni Malagò, presidente del Coni, Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio.