Sarà Souheir Katkhouda a prendere la parola durante l’incontro con i Martedì del Mondo il 1° marzo: per parlare di stereotipi, di Islam, di religione e di amore.

Oltre il terrore. Voce alle donne musulmane” è una serata contro gli stereotipi, l’ignoranza, i “sentito dire” che avvelenano la nostra quotidianità: l’1 marzo l’incontro con i Martedì del Mondo vedrà protagonista Souheir Katkhouda, presidente dell’ADMI (Associazione Donne  Musulmane d’Italia).

L’incontro, promosso dalla Fondazione Nigrizia dei missionari comboniani, dal Centro missionario diocesano, dalla rivista Combonifem e dal Cestim, si tiene alle ore 20.30 presso la Sala Africa dei missionari comboniani (vicolo Pozzo, 1). A moderare la serata sarà Jessica Cugini, giornalista di Combonifem.

Souheir è un punto di riferimento per le donne musulmane in Italia e non solo. Siriana, nata ad Aleppo ma residente da anni a Milano, si ritrova in prima linea a contrastare la paura che nasce, all’indomani delle stragi e degli eventi di Colonia, nei confronti di una religione, la sua, che vuole la pace; si riscopre a dover ancora diffondere messaggi di rispetto, in tempi scuri in cui non è facile far sentire la propria voce.

La serata del 1 marzo sarà un’occasione anche per presentare un progetto coraggioso e necessario, che dal 5 marzo partirà a Milano. Un progetto che comprende anche un’altra iniziativa, altrettanto considerevole, rivolta agli Imam, affinché sappiano rapportarsi al fenomeno delle violenze domestiche ed essere di sostegno alle donne e di contrasto a una cultura della violenza.

Per ulteriori informazioni:

Fondazione Nigrizia onlus: 045.8092390/ 045 8092271

Centro Missionario diocesano: 0458033519

Combonifem: 045.8303149

Articolo precedenteLa montagna veronese conduce alle nevi mondiali
Articolo successivoI giovani agricoltori che hanno successo