“Oggi viene scritta una bella pagina della storia di Verona, iniziata con l’amministrazione Sironi, proseguita con quella Zanotto e portata a termine in tempi rapidissimi da questa Giunta: finalmente prende il via la riqualificazione complessiva del quartiere di Veronetta, che sancirà definitivamente l’unione tra l’Università e il quartiere che la ospita con la realizzazione di una sorta di campus aperto i cui servizi e benefici andranno a favore sia degli studenti che dei cittadini”.

Questo il commento del Sindaco di Verona Flavio Tosi alla sottoscrizione dell’accordo di programma sulla Passalacqua tra Comune ed Università, avvenuta oggi a Palazzo Barbieri. Erano presenti il Rettore Alessandro Mazzucco, l’assessore all’Urbanistica Vito Giacino, il presidente di Agec Giuseppe Venturini e il direttore Sandro Tartaglia, il presidente della prima Circoscrizione Matteo Gelmetti.

“L’operazione – aggiunge Giacino – tende a recuperare totalmente quest’area nel cuore di un quartiere come Veronetta che soffre da anni una situazione di degrado: vi sorgerà un parco enorme, esteso su una superficie di 182 mila metri quadrati, da dove partirà il recupero delle Mura Magistrali.

Siamo di fronte ad un programma urbano complesso di alta qualità architettonica – prosegue l’assessore – esemplare dal punto di vista del risparmio energetico e degli standard previsti per il quartiere”. Il programma urbano, a costo zero per il Comune, sarà realizzato con un finanziamento regionale per progetti di housing sociale, ed il contributo del partner privato attuatore del progetto; ad Agec, su incarico dell’Amministrazione, è stata affidata la predisposizione del bando pubblico per l’individuazione del partner privato.

Al posto degli attuali capannoni, che saranno demoliti, verranno realizzati un campus universitario, alloggi di edilizia residenziale convenzionata (32 appartamenti), sovvenzionata (71 appartamenti) e edilizia libera (140 appartamenti), negozi ed uffici, campi ed attrezzature sportive, una pista ciclabile lunga 4 km, spazi per la vita associativa del quartiere, parcheggi (interrati per il 92 per cento), oltre al più vasto parco urbano di Verona.

Questi, in sintesi, i numeri del progetto: 153 mila metri cubi la volumetria complessiva dell’edificato (inferiore di 84 mila metri cubi rispetto a quella attuale che è oggi 236.271 mila metri cubi; 74 mila metri quadri la superficie coperta complessiva dell’intervento (che dimezza l’esistente pari a 142.460); 182.961 metri quadri la superficie complessiva delle aree a parco, suddivise in parco delle mura magistrali (118.312 mq), parco del campus universitario (31.136 mq), parco urbano (21.328 mq), parco sportivo (12.185 mq).

Comune di Verona

banner-gif
Articolo precedenteABRUZZO: PARTITI VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE VERONA
Articolo successivoGREZZANA: L'ASSOCIAZIONE DILETTANTISTICA TENNIS SI RINNOVA