Domenica mattina la decisione durante la 41esima sessione del Comitato del Patrimonio mondiale a Cracovia.

 

Un riconoscimento non inaspettato per la città gardesana. A finire nella Lista dei Patrimoni mondiali dell’Unesco oltre alla  fortezza veneziana di Peschiera del Garda anche Bergamo e Palmanova in Italia, Zara e Sebenico in Croazia e Cattaro in Montenegro, tutti uniti nel sito transnazionale denominato «Le opere di difesa veneziane tra 16° e 17° secolo».

 

  

banner-gif
Articolo precedentePovertà in Veneto, sempre più famiglie in difficoltà
Articolo successivoParcometri, pagare non era mai stato così facile