Finalmente sono terminati i lavori per la realizzazione della nuova pista ciclabile Marzana-Grezzana, un fiore all’occhiello che la Valpantena attendeva da diverso tempo.

Il percorso ciclopedonale è stato realizzato per la parte iniziale nel Comune di Grezzana e per la seconda parte nel Comune di Verona, a Marzana. Lunga circa 1km, tra via San Carlo (Grezzana) e Strada Nogarotto (Marzana) regala dopo tempo un assetto dignitoso a via Conti Allegri e via Valpantena, dato che per tutti i pedoni, prima che ciclisti, raggiungere le due località senza automobile era oramai divenuto rischioso oltre che scomodo.

Si è di poco ristretta la sede stradale riservata al normale traffico veicolare, ma se da una prima occhiata questo è stato letto come un difetto del progetto, con gli occhi dei guidatori più attenti e responsabili potremmo dire che nonostante tutto si tratta di una soluzione che indirettamente obbligherà anche i meno attenti alle norme del codice della strada, a limitare la velocità di percorrenza. Su questo restringimento, sul quale ci sono state diverse perplessità anche da parte di liberi professionisti operanti con mezzi pesanti, potremmo tuttavia esprimerci con maggiore chiarezza e completezza tra qualche mese, quando la nuova situazione viaria sarà entrata nelle abitudini dei valpantenati.

Resta il fatto che tutti i ciclo amatori della domenica, o le famiglie a passeggio, potranno usufruire di un percorso di collegamento con la bassa Valpantena che fino ad oggi era stato decisamente mancante.

Matteo Bellamoli

banner-gif
Articolo precedenteLa Grande Guerra meschina chiude Il cielo sopra Verona
Articolo successivoDonazioni per il Veneto alluvionato raggiunti i 5milioni di euro