VENEZIA – La giunta veneta, su proposta del vicepresidente e assessore allo sport Marino Zorzato, ha approvato, sulla base dell’adesione ad un bando regionale, il provvedimento di assegnazione di contributi per quasi 400 mila euro a 438 scuole primarie per l’anno scolastico 2012/2013.

“Più Sport@Scuola”, questo il nome del progetto della Regione, con l’obiettivo di incrementare le attività motorie e sportive nelle scuole primarie del Veneto.

Il vicepresidente Zorzato sottolinea: “I dati riflettono una notevole partecipazione da parte di istituti scolastici, studenti, enti pubblici e società sportive con i propri tecnici”.
Si tratta quindi di un grande successo del progetto, giunto alla nona edizione, che ha avuto in questi anni il merito di incentivare l’avvicinamento dei ragazzi allo sport.

L’iniziativa, realizzata in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, prevede un intervento nella scuola primaria, in quanto nella stessa non sono previste ore curriculari dedicate all’attività fisico- motoria.
I contributi, pari a un importo fisso di 26 euro per ogni ora riconosciuta, verranno quindi trasferiti alle istituzioni scolastiche grazie a sette “scuole – polo” di riferimento, segnalate dall’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto. Le istituzioni scolastiche, nell’organizzazione della pratica sportiva, avranno a loro disposizione un referente individuato tra i diplomati ISEF o laureati in scienze motorie.

I finanziamenti nel Veneto sono stati suddivisi come segue:
Belluno – 27 scuole primarie per un importo di € 23.634;
Padova – 75 scuole per un importo di € 67.444;
Rovigo – 26 scuole per un importo di € 22.958;
Treviso – 78 scuole per un importo di € 70.850;
Venezia – 67 scuole per un importo di € 59.982;
Vicenza – 92 scuole per un importo di € 82.810;
Verona – 80 istituzioni scolastiche primarie per un importo di € 72.254.

Nell’elenco dei beneficiari sono compresi anche i sette Uffici Scolastici Provinciali per l’attività di supporto e consulenza alle istituzioni scolastiche nella gestione del progetto.

Valeria Zardini

banner-gif
Articolo precedenteIniziative in Lessinia: “Malga San Giorgio Winter Cup”
Articolo successivoVeneto: nuove professionalità per il turismo