Partiti rispettivamente il 20 settembre 2010 e il 15 novembre 2010, i “<italic>Porta a Porta</italic>” di Valpantena e Montorio hanno registrato ad oggi ottimi risultati e conseguenti effetti positivi sia sul campo dell’igiene del territorio, sia nel campo del risparmio delle risorse ambientali.

I residenti di queste due zone hanno risposto nel migliore dei modi e i dati lo dimostrano: la raccolta differenziata ha raggiunto in meno di un anno il 76,4% in Valpantena e l’81,8% a Montorio. Importante ricordare che nella zona della Valpantena sono stati bloccati i molti conferimenti abusivi che provenivano da fuori comune e i cui costi ricadevano sui cittadini veronesi. Grazie al porta a porta si sono, inoltre ridotti fino quasi a sparire gli scarichi abusivi in entrambi i quartieri.

Per agevolare i cittadini coinvolti dal “porta a porta” nel conferimento dei rifiuti pericolosi, Amia ha raddoppiato il servizio dell’Ecomobile avviando la nuova iniziativa: <italic>“L’Ecomobile arriva nelle frazioni”. </italic>Il progetto, partito dal primo gennaio 2011, (come comunicato nelle molte e partecipate assemblee organizzate prima dell’avvio del “porta a porta”) prevede che l’Ecomobile sia presente non solo presso i mercati rionali, come in precedenza, ma anche nelle frazioni della nostra città, sia al mattino sia al pomeriggio, portando i punti servizi a 29 località.

Il servizio Ecomobile di Amia, che fece la sua prima uscita pubblica l’8 aprile del 2006, ha registrato nel corso degli anni, un clamoroso successo. Basti pensare che, ad oggi nell’arco di una mese si recano all’isola ecologica mobile circa 2000 cittadini, quasi 100 al giorno. Il mezzo munito di speciali contenitori per la raccolta di rifiuti urbani perisolosi, come medicinali scaduti, olio di frittura, accumulatori al piombo, pile esauste, bombolette spray, piccolo elettrodomestici, cellulari ecc. permette al cittadino di liberarsi del rifiuto in modo facile e rispettando l’ambiente.

“La percentuale di raccolta differenziata raggiunta a Verona ha superato il traguardo del 53% nello scorso novembre – spiega il presidente di Amia, Stefano Legramandi – per una media nel 2010 superiore al 50% e questo risultato è stato ottenuto grazie all’impegno di tutti i Veronesi. Tale risultato abbassa di conseguenza i costi di smaltimento dei rifiuti e permette ad Amia di intensificare altri servizi utili alla città. Un esempio concreto è la nuova iniziativa ‘L’Ecomobile arriva nelle frazioni’ che faciliterà ulteriormente i cittadini coinvolti dalla raccolta “Porta a Porta”.

“Per tutto il mese di febbraio – prosegue il Presidente Legramandi – faremo un piccolo omaggio a tutti i cittadini che si presentano all’Eco Mobile o presso le nostre Isole ecologiche portando i loro rifiuti: una copia del libro sponsorizzato da AMIA “In guerra senza elmetto”. Una raccolta di ricordi, sui giovani adolescenti veronesi negli anni Quaranta, scritta da Vittorio Giovanelli. Un modo questo – conclude il Presidente – per ringraziare i veronesi per la loro continua collaborazione”.

Si ricorda infine, che presso l’Ecomobile il nostro personale distribuisce speciali tanichette domestiche per la raccolta dell’olio e le utili cassette in plastica riciclata che possono essere utilizzate per la raccolta della carta. Inoltre sono disponibili i calendari dei porta a porta, i depliant informativi e a tutti vengono consegnati i biglietti da visita degli ispettori sul territorio per sapere sempre a chi rivolgersi per le esigenze connesse con i servizi AMIA.

Giorgia Castagna

banner-gif
Articolo precedenteSp6: «L’analisi di Veneto Strade chiarirà i costi. Poi la decisione»
Articolo successivoDaniele Salvagno alla presidenza del Consorzio extravergine Veneto