Questa mattina, nella sala Rossa del palazzo Scaligero, il presidente Giovanni Miozzi e l’assessore alla Programmazione e pianificazione territoriale Samuele Campedelli hanno illustrato il programma triennale delle opere pubbliche 2010-2012 e il piano annuale dei lavori 2010 approvato dalla Giunta.

Erano presenti l’assessore al Bilancio, Patrimonio, Edilizia Stefano Marcolini, l’assessore alla Manutenzione e Progettazione viabilistica Andrea Bassi, l’assesore all’Edilizia scolastica Marco Luciani, l’assessore all’Agricoltura Luigi Frigotto, l’assessore al Turismo Ruggero Pozzani, i capogruppo di maggioranza Alberto Bozza, PDL e Fabio Venturi, Lega Nord, i consiglieri provinciali Niko Cordioli e Mattia Galbero.

<italic>La somma totale degli interventi in programma nel triennio è di 532.902.123euro cosi suddivisa 445.369.741euro per il 2010, 26.424.614 euro per il 2011 e 61.107.767euro per il 2012.</italic>

In particolare il programma triennale prevede:

1) manutenzione ordinaria delle strade la somma stanziata, nei tre anni, è di 22.340.077euro;

2) manutenzione straordinaria strade provinciali è complessivamente di 19.750.000euro;

3) eliminazione dei dissesti idrogeologici di 3.220.000euro;

4) interventi a favore dello sviluppo del territorio la somma investita è prevista in 427.041.019euro;

5) nuovi interventi a favore dell’edilizia scolastica 38.000.000 di euro;

6) manutenzione ordinaria delle scuole 416.285euro;

7) manutenzione straordinaria delle scuole 16.612.255euro;

8) nuovi interventi di edilizia patrimoniale 500.000euro;

9) manutenzione ordinaria degli edifici patrimoniali 198.131euro;

10) manutenzione straordinaria edifici patrimoniali 4.113.084;

Tra le opere in programma entro il 2010 ricordiamo la nuova S.P 3 “Mediana” (tronco dalla A22 da Nogarole Rocca alla A4 a San Bonifacio) per una somma di 400milioni di euro; la s.p. 6 “dei Lessini” per la riqualificazione dell’intersezione tra la provinciale e la viabilità comunale a Quinto di Valpantena somma stanziata 3.500.000euro; l’ampliamento del polo scolastico di Villafranca con una somma di 2.000.000 di euro e la manutenzione straordinaria della sede di Verona del Liceo “Maffei” per un totale di 2.600.000euro. Nel 2011 in programma sulla S.P. 5 “Verona lago” il collegamento della nuova bretella dalla S.S. 12 alla s.p.5 Storica per un importo di 2.500.000 e il completamento della pista dell’Adige a sud di Verona per una somma di 4.000.000 infine per il 2012 è in programma la realizzazione del nuovo polo scolastico di San Bonifacio per un importo di 36 milioni di euro.

Presidente Miozzi: “Siamo qui oggi per uno degli atti più importanti della Provincia con il quale si presenta il piano triennale per lavori che riguardano infrastrutture ed edilizia sul territorio. Sottolineo la grande coesione tra Lega Nord e Pdl che ha portato in breve tempo ad approvare un piano distribuito territorialmente. L’opera più importante è senz’altro la mediana, 42 chilometri che taglieranno la pianura dal casello autostradale di Nogarole Rocca a quello di San Bonifacio. Un’opera che procederà velocemente perché condivisa da comuni e sindaci interessati, così come da tutta la Giunta che l’ha già deliberata e dal Consiglio che approverà a breve. Siamo vicini alle istanze del territorio con cui vogliamo condividere le progettualità per qualificare ulteriormente la nostra provincia”

Assessore Campedelli: “La massiccia presenza di consiglieri e assessori a questo tavolo è conferma di quanto già detto sulla grande coesione che ha portato all’approvazione di questo piano triennale. In particolare sono stati coinvolti: l’assessore Marcolini per quanto riguarda i bilanci di spesa, l’assessore Bassi per quel che concerne l’aspetto viabilistico, l’assessore Luciani per l’edilizia scolastica e l’assessore Zigiotto per quel che attiene le problematiche di dissesto idrogeologico. Voglio sottolineare due aspetti. Innanzitutto, l’unità di intenti tra le forze politiche e i sindaci del territorio ha consentito la previsione, attraverso il progetto di finanza, di opere compensatorie altrimenti irrealizzabili, se si considerano le contenute economie degli enti. In secondo luogo abbiamo focalizzato la spesa sulla manutenzione del nostro patrimonio, rinunciando alla realizzazione di opere faraoniche a favore della cura del nostro patrimonio di strade e immobili. Abbiamo pensato agli edifici scolastici che frequentano i nostri figli e considerato che, oltre ai problemi di sicurezza, vi sia anche quello di un ‘ambiente consono’. Pensare infatti al benessere dello studente, è un modo della Provincia di essere vicino ai giovani. Sono stati infine destinati 3milioni e 600mila euro per la messa a norma del Palazzo che ci ospita e del Palazzo dell’Archvio di Stato”.

Assessore Bassi: “La nostra scelta è stata quella di fare interventi distribuiti su tutto il territorio, senza privilegiare zone particolari. Magari non abbiamo pensato a lavori importanti, ma certamente tali da rispondere alle sollecitazioni dei vari sindaci e far avvertire così la nostra attenzione verso tutti i comuni. Sempre con questo spirito, il fondo lavori in economia è stato portato da 200mila a 600mila euro, per poter rispondere anche alle modeste richieste dei sindaci di piccole rettifiche o messa in sicurezza, che non richiedono piani o progetti particolari”.

Assessore Luciani: “Il piano triennale di oggi dimostra che abbiamo già cominciato a realizzare le promesse della campagna elettorale. La sicurezza e la qualificazione delle scuole sono due obiettivi che la Provincia vuole assolutamente perseguire. Siamo certi dei risultati che a fine legislatura sapremo centrare.”

Assessore Zigiotto: “Sono soddisfatto del piano triennale delle opere per gli interventi puntuali che sono stati inseriti sia per la protezione che per i dissesti idrogeologici, nonostante le ristrettezze di bilancio di questi tempi. Molto bene che sia stato previsto il finanziamento per il polo scolastico di San Bonifacio, che è un punto di orgoglio per il mio territorio”.

Provincia di Verona

banner-gif
Articolo precedenteVERONA: SERVIZIO INFORMAZIONI VIABILITA’ CITTADINA SU CELLULARE
Articolo successivoAUTOSTRADA DEL BRENNERO C'E' IL PROGETTO PER LA 3^ CORSIA