Al momento è ricoverato a Borgo Roma per un malore, ma tornerà a Montorio Marino Massimo De Caro, pluricondannato per aver sottratto migliaia di volumi antichi da numerose biblioteche tra cui anche quella veronese, sfruttando la sua qualifica di consulente del Ministero dei Beni Culturali.

La squadra mobile di Verona ora lo sta piantonando in ospedale dopo il malore che l’ha colpito a seguito della visita degli agenti che erano andati a perfezionare il trasferimento dai domiciliari al carcere di Montorio.

Marino Massimo De Caro è stato pluricondannato per aver sottratto migliaia di volumi antichi dalla biblioteca statale dei Girolamini di Napoli, altri volumi e opere del 1500 dalla biblioteca Fondazione Osservatorio Ximeniano di Firenze, abusando della qualifica di consulente del Ministero dei Beni Culturali, altri libri e opere dalla biblioteca di Monte Cassino e altri volumi ancora dalla Biblioteca Capitolare di Verona nel 2009 e nel 2012. De Caro è stato condannato anche a Roma e a Padova per altri furti e reati di altra natura.

Il tribunale di Verona gli aveva concesso i domiciliari in virtù del suo cagionevole stato di salute ma proprio durante la detenzione «casalinga», nell’aprile del 2016 era uscito di casa per commettere una rapina impropria in un supermercato.