E’ stata un’estate piuttosto positiva, con colonnoni di macchine che, specie nel fine settimana, hanno inondato la SP6 alla ricerca del refrigerio delle nostre montagne. Certo non c’è stato, in città, tutto quel caldo che ci si aspettava, ma tutto sommato la Lessinia non ha passato un’estate nera.

Ora però, arriva l’inverno, che come al solito porta con se speranze, e tanta voglia di dimostrare le potenzialità e il valore di un territorio come il nostro.

Malga San Giorgio, fiore all’occhiello dell’offerta invernale in Lessinia, si prepara per quello che a detta di molti sarà un inverno con poca, pochissima neve. E non è una bella notizia.
Rinnovato il sito internet (<link=’http://www.malgasangiorgio.net’class=’_blank’>malgasangiorgio.net</link>) le attese sono molto alte. A dimostrazione il fatto che continui anche in questi giorni la Campagna Abbonamenti per gli impianti, che, si spera, possano aprire per il ponte della Madonna, anche se la prospettiva sembra piuttosto improbabile.

Le temperature restano al di sopra dei 5°C, e di conseguenza non ci sono le condizioni nemmeno per l’innevamento artificiale. Sarà quindi un primo inverno "primaverile"?

Nel frattempo occhi in su per il weekend del 3 e 4 dicembre prossimi, dato che le previsioni parlano di temporali. Eppure: avete mai provato a girare la montagna più alta durante un temporalone? Emozioni speciali, segnatevi questo consiglio…

Matteo Bellamoli

banner-gif
Articolo precedenteGian Antonio Stella a Verona in Università il 2 dicembre
Articolo successivoGoverno Monti, ecco cosa ne pensano i nostri lettori