Un progetto pilota, che la scuola media Catullo ha voluto sperimentare per migliorare gli ambienti di vita e di lavoro degli studenti ma anche degli insegnanti.

Grazie alla ditta Rockfon, leader nella fornitura di controsoffitti in lana di roccia, una delle aule al secondo piano delle Catullo, è stata attrezzata di appositi pannelli isolanti, con alto potere fonoassorbente. Un intervento quindi a costo zero per la scuola e per il Comune, realizzato durante l’estate insieme ad alcuni lavori di adeguamento già programmati.

L’inquinamento acustico, infatti, è una delle prime cause di distrazione tra gli alunni, ma anche della disfonia che spesso colpisce i docenti. Le voci dei ragazzini, i rumori delle sedie e dei tavoli che si spostano, gli oggetti che cadono: sono tutti elementi sonori che, moltiplicati per il numero di alunni e le ore di lezione, pesano sulla concentrazione e sul rendimento.
Dopo due mesi di utilizzo, la stanza ha superato il test di gradimento di alunni e insegnanti, che percepiscono la differenza rispetto a quelle non sonorizzate.

Parola della preside dell’istituto, Lidia Marcazzan, che oggi lo ha confermato direttamente all’assessore ai Lavori pubblici Luca Zanotto, che si è recato in sopralluogo per visionare l’opera.

“Cerchiamo di adottare tutte quelle soluzioni che permettono ai nostri ragazzi di stare bene a scuola, di concentrarsi e apprendere al meglio – ha detto la preside Marcazzan -. Allo stesso tempo pensiamo anche ai nostri docenti, la cui voce è strumento di lavoro fondamentale e prezioso. Ringrazio il Comune per l’attenzione che ci riserva, e la ditta Rockfon per la preziosa donazione. Risorse permettendo, il comfort acustico andrebbe realizzato in tutte le classi”.

“Abbiamo colto l’occasione del cantiere estivo per questo ulteriore intervento – ha detto Zanotto -. Un plus valore per questa scuola che, dopo gli ultimi lavori per la realizzazione della scala esterna antincendio e per l’adeguamento degli impianti, dal punto di vista della sicurezza è perfettamente a norma. Un plauso ai privati per la sensibilità dimostrata e per aver dato a studenti e docenti l’opportunità di godere dei vantaggi del comfort acustico”.

“Per l’intervento è stato scelto un controsoffitto acustico modulare ispezionabile – spiega il direttore vendite Rockfon Riccardo Andreozzi -. Si tratta di un sistema resistente ai carichi da sfondellamento, un prodotto innovativo che oltre a garantire comfort acustico con pannelli che assorbono i rumori, si caratterizza per la sicurezza che garantisce alla struttura”.

Una quarantina i pannelli modulari installati, per un costo stimato in circa 1.200 euro.

Al sopralluogo era presente anche l’architetto Francesco Zacchia, che ha seguito i lavori per conto di Rockfon.