Insieme per ridare vita a materiali di scarto trasformandoli in borse, shopper, astucci e portamonete: CSV Verona ha collaborato con l’atelier D-Hub per realizzare un’edizione limitata di accessori targati “Cercasi umani”, titolo della curiosa campagna di promozione del volontariato portata avanti dalla gruppo scaligero, in sinergia con Comune e Ulss9.

Intanto, la ricerca di nuovi volontari prosegue e, tornata in questi giorni nelle strade del veronese, punta a ripetere il successo della scorsa primavera intercettando nuovi profili caratterizzanti ricercati dalle associazioni del territorio.

Grazie alla sinergia che CSV ha intrecciato con il laboratorio di riuso creativo D-Hub, infatti, i sei stendardi promozionali di “Cercasi umani” esposti negli scorsi mesi nelle piazze della città antica e i due striscioni lunghi ben dieci metri diventeranno oggetti colorati per un’edizione limitata di astucci, zainetti, shopper, portachiavi. I primi accessori sono già stati realizzati e presto saranno prenotabili attraverso il portale dell’associazione D-Hub.

«”Cercasi Umani” è una campagna geniale – ha commentato Maria Antonietta Bergamasco di D-Hub – ci ha colpito da subito per l’immediatezza del suo messaggio, che ci rimanda a quell’humanitas che amiamo e che ci muove ogni giorno. La possibilità di dare nuova vita ai materiali di questa campagna è anche un’occasione per parlare di volontariato e impegno civile con le donne che incontriamo ogni giorno nel nostro lavoro ed è una speciale occasione di rete e di co-costruzione di una società inclusiva, dove nessuno resti indietro».

LEGGI PANTHEON 126

Articolo precedenteTiramisù? tra i più buoni al mondo quello del veronese Nicola Ottaviani
Articolo successivoQuadrivolley, Fortuna: «Una realtà che abbraccia tutte le categorie della pallavolo»