Sara Meneghetti, direttrice artistica

Una stagione in tre dimensioni è quella proposta per il 2021-2022 da Fucina Culturale Machiavelli, giovane realtà veronese che dal 2015 ha in gestione il teatro di via Madonna del Terraglio. 

«La pandemia ha ridotto le nostre esperienze di socialità e di cultura alle finestrelle in 2D degli schermi. Adesso vogliamo bucare lo schermo, cercare la profondità che solo la cultura sa dare e tornare a vivere, in tre dimensioni» spiega la direttrice artistica Sara Meneghetti.

La stagione “Teatro in tre dimensioni” propone 11 spettacoli tra cui spiccano nomi come Marco Baliani, che presenterà per la prima volta a Verona lo storico “Kohlhaas”, e realtà affermate nel panorama nazionale come Teatro della Tosse e Teatro Bresci. A questi si affiancano compagnie emergenti ma già di successo come Nardinocchi / Matcovich, che hanno ottenuto un riconoscimento dal premio Scenario, e l’apprezzatissimo ServoMuto Teatro.

Gli spettacoli scelti per quest’anno hanno in comune l’indagine dell’attualità, pur affrontata dalle prospettive e con le modalità più diverse; come nelle edizioni passate, l’obiettivo è portare a Verona il meglio della drammaturgia contemporanea internazionale, da Yasmina Reza a Emily Jenkins, e registi di rilievo da Giorgio Sangati a Silvia Peroni. Non mancheranno le repliche della produzione teatrale in realtà virtuale di Fucina Culturale Machiavelli: “Edipo Re in Virtual Reality”, debutatto quest’anno e già molto apprezzato quest’estate, nel cartellone dell’Estate Teatrale Veronese.

La rassegna inaugura questo sabato 20 novembre alle ore 21.00 nel Teatro Fucina Culturale Machiavelli, con lo spettacolo “Ol Baraba” della compagnia Sementerie Artistiche: un confronto, a tratti comico a tratti cinico, con il senso della vita e la responsabilità individuale, al quale il protagonista viene inaspettatamente costretto in una mattina qualunque. Sul palco l’attore Pietro Traldi accompagnato dalle musiche dal vivo di Andrea Gobbo.

Precede lo spettacolo, sempre sabato 20, dalle 19.30, un aperitivo di lancio della stagione in cui la direttrice insieme ad alcuni ospiti speciali darà una preview della stagione, introducendo gli spettacoli selezionati per Teatro in Tre Dimensioni e per la Fucina dei Piccoli, insieme a Lorenzo Bassotto della compagnia Bam!Bam!Teatro, che collabora alla direzione artistica e che interverrà nella presentazione. 

Con l’occasione sarà raccontato anche il progetto Spettatori Artistici: un percorso di educazione alla visione che si snoda tra incontri, laboratori, aperitivi con gli artisti e visioni dedicate per creare una comunità di spettatori preparati e coinvolti, “artistici” appunto. 

L’aperitivo si terrà nel foyer del teatro, dove sarà in funzione il “bar degli artisti”, e sarà animato con interventi teatrali a sorpresa, curati da attori e attrici protagonisti degli spettacoli in cartellone.

Da dicembre partirà inoltre la rassegna per famiglie La Fucina dei Piccoli, con la co-direzione artistica di Bam!Bam! Teatro. Si parte il 5 dicembre con Nina dalle stelle di Zelda teatro e si continua con altri 7 appuntamenti, tra cui “Vita e avventure di Babbo Natale” e “Pinocchio” di Bam!Bam! Teatro, e una nuova produzione musicale di Fucina e Mitmacher “Ho mangiato il sole – Concerto grosso per fragola, cavolo e quattro stagioni” oltre a compagnie ospiti come Teatro delle Temperie, Ersilia Danza e Febo Teatro.

Tutte le informazioni sugli spettacoli e gli eventi sul sito di Fucina Machiavelli.

La rassegna “Teatro in tre dimensioni” aderisce al progetto Alta Diffusione – Teatri di Prossimità dell’Associazione Res – Rete Spettacolo dal Vivo, progetto che coinvolge gli spazi delle compagnie appartenenti alla rete Res. 

Alta diffusione promuove il valore della partecipazione come frutto della prossimità per stimolare e consentire l’accesso alla cultura a tutte le fasce della popolazione in tutto il territorio regionale attraverso rassegne di teatro, danza, musica, formazione e residenze.

Articolo precedenteFondazione Cariverona, più di 3 milioni per sostenere progetti innovativi del territorio
Articolo successivoAttività subacquee per ragazzi e ragazze con disabilità: domenica l’evento a Garda