“Tolleranza zero” la definisce l’assessore alla sicurezza Polato, che tra ieri e oggi con la Polizia Municipale ha portato alla segnalazione di 41 persone.

No ai bivacchi, l’occupazione abusiva di immobili, e al disturbo dell’ordine pubblico. È tolleranza zero quella dichiarata dall’assessore alla sicurezza Daniele Polato e messa in campo tra ieri e oggi dall’assessore stesso e dalla Polizia Municipale. 41 accertamenti e 4 persone fermate solo nelle ultime 24 ore in diverse zone sensibili della città come l’area della Giarina, Piazzale Venticinque aprile e molte altre, in seguito alle segnalazioni dei cittadini.

Ma il colpo grosso, se così lo si può definire, è l’operazione di questa mattina, che ha portato all’arresto di 4 persone per occupazione abusiva in un’ex concessionaria di via Basso Acquar e per il possesso di numerosi coltelli. Ciliegina sulla torta, una scarsa dose di marijuana. I denunciati sono di nazionalità rumena, marocchina e tunisina, e infine un’italiana, tutti tra i venti e i trent’anni.

Con la Polizia Municipale abbiamo avviato attività importanti contro comportamenti non criminosi, come il bivacco o il disturbo, ma anche attività che hanno portato all’identificazione di soggetti in possesso di armi da taglio e droga”, ha spiegato Daniele Polato.

Ma ad essere controllate saranno anche le zone frequentate dai profughi.

Abbiamo chiesto alla Prefettura  l’elenco delle cooperative che gestiscono i profughi e l’elenco degli immobili che ospitano queste persone, al fine di verificare le idoneità alloggiative.”

Guarda il servizio su TV7 Verona Network

banner-gif
Articolo precedenteBriani, i primi giorni dell’assessore alla Cultura
Articolo successivoPsicodramma Cassano